“The Sixth Jump”, schegge di perfezione in Benoît DelbecqTempo di lettura: 1'

0

Con “The Sixth Jump”, registrato in trio con contrabbasso e batteria, il pianista francese Benoît Delbecq raggiunge la meritata fama internazionale

Benoît Delbecq Trio: The Sixth Jump

Benoît Delbecq Trio

THE SIXTH JUMP

  • SONGOLINES, 2010 (PROPRIA)

In questo 2010 il pianista francese Delbecq ha raggiunto la sua definitiva consacrazione internazionale. Come? Grazie a due ottime registrazioni, il piano solo “Circles And Calligrams” e a title-track “The Sixth Jump”, registrato con Jean-Jacques Avenel al contrabbasso e il batterista Émile Biayenda.

L’idea di piano trio che il pianista mette in scena poggia su un perfetto equilibrio tra pratiche sciamaniche e schegge di minimalismo eurocolto.

E se ami il piano, ti consigliamo l’album “Me, Myself & I”, di Kenny Werner.

Related Post

Avatar

Jazzit è una piattaforma editoriale che si distingue per autorevolezza e innovazione ed è stata fondata da Luciano Vanni nell’estate del 1997: è impegnata nella divulgazione della cultura della musica jazz e nel corso degli anni ha ampliato e diversificato la sua attività, adoperando i nuovi canali d’informazione e promuovendo iniziative volte a superare la frammentazione della comunità jazzistica nazionale.

Leave A Reply

Altro... Jazz
Dal pianista Rosario Di Rosa, un Cabaret di contrasti
“Fingerprints”, la migliore improvvisazione europea
Steve Coleman: “Harvesting Semblances and Affinities”
Chiudi