Un graphic novel per gli amanti del jazzTempo di lettura: 1'

0

Tra le letture imperdibili per gli amanti del jazz, anche un nuovo graphic novel a firma di Andrea Campanella e Hannes Pasqualini

Dalla storia del jazz scritta dal musicologo Gunther Schuller alla bio di Lee Konitz, passando per un graphic novel incentrato su un musicista: ecco qualche libro imperdibile per chi ama il jazz.

Andy Hamilton

LEE KONITZ

  • EDT/SIENA JAZZ, 2010 (PAGINE 340)

Andy Hamilton ricostruisce la vita dell’altoista Lee Konitz attraverso una sequenza d’interviste (anche via e-mail), riuscendo a organizzare il testo in modo tale da garantire un ordine cronologico alle informazioni raccolte. Nel corso dell’opera l’autore inserisce alcune note biografiche e critiche per esporre con maggior chiarezza i contenuti, coinvolgendo altri musicisti come i sassofonisti John Zorn e Phil Woods e il pianista Enrico Pieranunzi.

Andrea Campanella - Hannes Pasqualini GIÈTZ! graphic novel jazz

Andrea Campanella – Hannes Pasqualini

GIÈTZ!

  • TUNUÉ, 2010 (PAGINE 144)

Campanella (testi) e Pasqualini (disegni) creano un racconto che prende l’avvio nell’immediato dopoguerra e si dipana fino alla metà degli anni Sessanta. In primo piano, la carriera di un giovane trombettista che s’innamora della musica jazz, fino a scegliere di dedicarle la vita. Scorrono davanti ai nostri occhi la provincia italiana – fatta di bande e sagre di paese – e la Milano della borghesia invaghita del jazz.

 Gunther Schuller IL JAZZ. L’ERA DELLO SWING. LE ORCHESTRE BIANCHE E I COMPLESSI

Gunther Schuller

IL JAZZ. L’ERA DELLO SWING. LE ORCHESTRE BIANCHE E I COMPLESSI

  • EDT, 2010 (PAGINE 302)

L’edizione italiana della grande storia del jazz scritta dal musicologo Gunther Schuller si conclude con un testo dedicato alle orchestre bianche dell’era dello swing. Questo sesto volume della collana – con la revisione di Marcello Piras – approfondisce con approccio scientifico ma comprensibile l’attività di Glenn Miller, Artie Shaw, Woody Herman, Nat King Cole. Trovano spazio anche band di minore popolarità, come quella di Claude Thornhill.

 

Related Post

Avatar

Jazzit è una piattaforma editoriale che si distingue per autorevolezza e innovazione ed è stata fondata da Luciano Vanni nell’estate del 1997: è impegnata nella divulgazione della cultura della musica jazz e nel corso degli anni ha ampliato e diversificato la sua attività, adoperando i nuovi canali d’informazione e promuovendo iniziative volte a superare la frammentazione della comunità jazzistica nazionale.

Leave A Reply

Altro... Jazz
Il manuale di flauto e le tecniche del canto jazz
I manuali per appassionati di batteria e chitarra jazz
Bitches Brew, un’edizione da collezione per i 40 anni del disco
Chiudi