“Rainbow Inside”, di Marilena Paradisi e Arturo TalliniTempo di lettura: 1'

0

La cantante Marilena Paradisi e il chitarrista Arturo Tallini mettono in musica 12 acquerelli di Alessandro Ferrari: ecco “Rainbow inside”

 Marilena Paradisi - Arturo Tallini RAINBOW INSIDE

Marilena Paradisi – Arturo Tallini

RAINBOW INSIDE

  • SILTA, 2010 (IRD)

Marilena Paradisi (voc, pf); Arturo Tallini (ch); Alessandro Ferraro (acquerelli)

Il lavoro del duo Paradisi-Tallini parte da premesse ambiziose, come scrive la stessa cantante nelle note di copertina: «Dare voce alle opere di un artista».

Dodici sono gli acquerelli di Alessandro Ferraro riprodotti nel libretto, che la musica intende commentare con brani costituiti da improvvisazioni libere di voce e chitarra (con la Paradisi a volte al pianoforte). Le tracce alternano differenti stati d’animo: Spring In Istanbul è evocativa, con un continuo rincorrersi di chitarra e voce; Architecture propone un’idea di vocalità eccentrica, che prevede l’uso di fischi, mentre Bird Bazaar è aperta dal suono “horror” di chitarra e pianoforte. My First Day propone una bella melodia con poche e lunghe note sull’accompagnamento di chitarra, mentre le caratteristiche – quasi cinematografiche – di Conversation 2 rispecchiano tutto il disco. (EM)

Spring In Istanbul / Architecture / Bird Bazaar / Water Tree / Kids Playground / Giants Of Dew / My First Day / Conversation 1 / Light Forms / Choir / Conversation 2 / My First Night

Related Post

Avatar

Jazzit è una piattaforma editoriale che si distingue per autorevolezza e innovazione ed è stata fondata da Luciano Vanni nell’estate del 1997: è impegnata nella divulgazione della cultura della musica jazz e nel corso degli anni ha ampliato e diversificato la sua attività, adoperando i nuovi canali d’informazione e promuovendo iniziative volte a superare la frammentazione della comunità jazzistica nazionale.

Leave A Reply

Altro... Jazz
Imparare il jazz da Vivaldi: il libro di Antonio Cerino
Antonio Figura vola a New York: ecco “Strong Place”
L’enciclopedia del jazz sardo e una monografia per Enten Eller
Chiudi