Alghero: dalle regate al turismo, in Sardegna c'è una meta ideale per chi ama la velaTempo di lettura: 3'

0

Perfetta come campo di regata, Alghero è uno dei luoghi più affascinanti della Sardegna, ideale anche per chi vive la vela come una vacanza

alghero sardegna
Situata nella parte nord della costa occidentale della Sardegna, Alghero è famosa per le condizioni meteo che offre agli appassionati della vela e del windsurf. Non è un caso, infatti, se l’associazione internazionale di classe Melges 24 l’ha scelta come sede per il Campionato mondiale del 2012. I venti prevalenti da Nord Ovest si fanno sentire anche durante il periodo estivo, venendo così a creare un campo di regata ideale durante tutto l’anno.

ALGHERO, UNA CITTÀ DELLA SARDEGNA CHE PARLA SPAGNOLO

Posta al centro di una piccola penisola che si allunga sul Golfo a cui dà il nome, Alghero è non solo una delle più piacevoli città dell’isola, ma anche una speciale enclave catalana in terra sarda. I suoi abitanti, infatti, discendono da una colonia trasferitasi qui dalla Spagna nel Trecento e tuttora parlano un dialetto catalano.

IL FASCINO E LA STORIA

Affascinante già quando è avvistata dal mare, da dove si ammirano bene i resti della possente muraglia color ocra eretta nel XVI secolo a difesa della città, Alghero va scoperta curiosando a lungo fra le viuzze acciottolate del centro storico. Tanti anche i monumenti da vedere, fra cui vale la pena citare il palazzo di Casa Doria, le chiese di San Miquel e di San Francesco. Esempio di architettura catalana è lo splendido Palau Michin, situato in piazza del Vescovo (o Placa del Bisbe, secondo la toponomastica spagnola). A meno di un chilometro si allunga la spiaggia di Mariapia, circondata da una fitta pineta.

IN ATTESA DEL MONDIALE La località di Alghero è stata scelta dalla classe Internazionale Melges 24 come sede del Campionato Mondiale 2012.

IL PORTO DI ALGHERO (40°33’ 87N-08°18’49E)

Protetto da due moli, a Sud e a Nord, è un porto molto frequentato da pescherecci in grado di ospitare circa 2000 barche. A N-NO spicca l’Isolotto della Maddalena con torretta bianca cospicua. La banchina comunale situata sotto le fortificazioni è riservata alle imbarcazioni in transito. Si può trovare posto presso il Marina di Sant’Elmo, sul molo di sottoflutto, o sulla banchina molo Nord lungo i pontili gestiti dal Consorzio Servizi Interni Portuali.

Le baie

Affascinante la natura che circonda la città di Alghero. Uno degli ancoraggi all’interno della baia di Porto Conte, a NE di Capo Caccia e N di Punta del Bollo è Cala del Bollo. Si può ancorare in questa baia molto riparata dando fondo sul lato N della cala, dove si hanno 4- 10 metri di profondità su fondo sabbioso, difronte al complesso alberghiero con ristorante. Sul lato O della baia di Porto Conte, poco più a nord, troviamo Cala Tramariglio, mentre sul lato E, troviamo la Cala Torre del Conte. Qui si può ancorare su un fondale di 2-3 metri di sabbia e alghe. Cala Dragunara, sempre nei pressi di Capo Caccia, è una baia piccola e sassosa dove l’acqua è trasparente. A metà strada fra Porto Conte e Alghero si trova la spiaggia del Lazzaretto, circondata da piante di lentisco e mirto.
 
 
 

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Oyster 625, per chi vuole navigare senza problemi
Randa Boys Cup, regata e lezioni per i giovani velisti under 14
Il nuovo porto di Cecina sarà green e autosufficiente
Chiudi