AY480: uno scafo di alluminio per solcare l’oceano. Il design? Made in ItalyTempo di lettura: 2'

0

Uno scafo in alluminio, un progetto tutto italiano. Ecco com’è nato l’AY480, il nuovo 14 metri di Aluyacht

AY480: uno scafo di alluminio per solcare l’oceano
Il piano velico dell’AY480 è stato pensato per poter affrontare senza problemi qualunque tipo di meteo.
Quattordici metri pensati appositamente per le lunghe navigazioni, sia per quanto riguarda la costruzione sia per la disposizione del layout. L’AY 480 di Aluyacht è realizzato in alluminio, con taglio al laser delle ordinate con controllo numerico. I vantaggi sono molteplici: dalla minima manutenzione alla facilità di intervenire sulle strutture a fronte di qualunque problema, fino alla capacità di assorbire urti anche violenti. Il disegno della carena viene effettuato con moderni software che consentono lo studio delle prestazioni che la barca avrà una volta messa in acqua. La struttura con doppio fondo a camere stagne evita l’affondamento anche in caso di gravi danni allo scafo. La barca è totalmente gestibile dal pozzetto, dove sono rinviate tutte le manovre.

Il progetto firmato da un italiano

A capo del progetto dell’AY480 è Davide Zerbinati, chief engineering di Zerbinati Design, esperto progettista di imbarcazioni pensate per le lunghe crociere. Il pozzetto prevede una doppia timoneria, mentre gli ospiti possono accomodarsi tranquillamente sulle due sedute con tavolino centrale. Il tutto sovrastato da un rollbar che funge anche da supporto per la scotta della randa. Lo specchio di poppa nasconde al suo interno un grande gavone dove alloggiare la zattera. Il piano velico offre una combinazione di vele adatte a ogni vento, per la massima spinta con aria leggera (il genoa ha una superficie di 74,7 metri quadri) e il corretto equilibrio quando il gioco si fa duro, grazie anche alla trinchetta autovirante.

Interni di AY480

Gli interni sono stati pensati proprio per assicurare il massimo comfort. Tre le cabine: a prua quella armatoriale, con bagno privato. A poppa due cabine gemelle, entrambe dotate di letto matrimoniale, sono invece servite da un unico bagno posto a sinistra. A dritta ecco invece la cucina e, a centro barca, una grande dinette a C. Il tutto illuminato dalla vetrata che corre lungo la tuga, alla quale si aggiungono tre ulteriori finestrature a centro barca.
Dati tecnici: lft 14,62 m, larg. 4,40 m, pesc. 2,20 m, disl. 13.750 kg; sup. vel. 134,7 mq.
AluYacht, www.aluyacht.it
Tante altre barche, con le loro caratteristiche, sul Giornale della Vela.

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Il bompresso Sparcraft facile da montare e da usare
Tutto in un display: come scegliere il multifunzione e gli ultimi modelli
Come scegliere il coltello da usare in barca: ecco i nostri modelli preferiti
Chiudi