La classe Star è fuori dalle Olimpiadi di RioTempo di lettura: 2'

0

La mitica classe Star compie 100 anni e l’ISAF le “regala” l’esclusione dai Giochi Olimpici di Rio 2016. Ma il Comitato Olimpico brasiliano ha ancora una carta da giocare…

La classe Star fuori dalle Olimpiadi di Rio

È definitivo (ma forse no…) l’addio della gloriosa classe Star al programma della vela olimpica a partire dai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016. Una scelta clamorosa, per una classe che dal 1911 non ha mai avuto flessioni e che è arrivato a contare ben 8500 numeri velici in tutto il mondo.

Tra le classi olimpiche torna il catamarano (con equipaggio misto), esce il Match Race femminile ed entra lo Skiff anche per le donne. L’International Sailing Federation (ISAF) ha confermato i 10 “eventi” per la vela olimpica del 2016: ci saranno ancora il Laser (Standard e Radial), il Finn, il 49er e il 470 maschile e femminile. Tra le altre classi resta aperta la corsa tra windsurf e kitesurf sia in campo maschile che femminile.

Perché abbiamo detto “addio, ma forse no”? “Il comitato olimpico brasiliano, in quanto ente organizzatore dei Giochi del 2016 e forte della grande diffusione di questa barca proprio in Brasile, tenterà di far assegnare un’undicesima medaglia alla vela”, ci confida Paolo Insom, vice presidente della classe internazionale Star. L’ultima parola non è dunque ancora detta. www.starclass.org

IMMORTALE

Un progetto di 100 anni che ancora oggi attira appassionati e professionisti, come Torben Grael, che ha vinto quattro medaglie olimpiche con la classe Star.

>> WALKER BAY

Stanco di remare? Monta la vela!

Una barca a remi che si trasforma in barca a vela? A pensarla è stata la Walker Bay, che propone due “Sail Kit” installabili sui suoi Walker Bay 8 (2,51 metri di lunghezza) e Walker Bay 10 (lungo 2,95 metri). Come funzionano? In pratica si inserisce una deriva in alluminio nello scalmo (anche il timone retraibile è in alluminio), si fissa l’albero nella seduta di prua, mentre la scotta è rinviata alla panchetta centrale. Una curiosità: esistono anche due versioni con tubolare, (RID 275 e RID 310) con un conseguente notevole aumento della stabilità. 

Sono due i modelli Walker Bay (lunghi 2,50 e 2,95 metri) sui quali è ora possibile installare il Sail Kit.

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Carlo Croce riforma lo statuto della FIV
Marco Portone: “Salvare il mare anche con il design”. Ecco Waterevolution
Regate Pirelli, ecco la classifica e i premi assegnati
Chiudi