Italia, Croazia, Grecia, Turchia: le 30 mete più belle per l’estate in barcaTempo di lettura: 8'

0

Ecco una carrellata delle mete più belle per le prossime vacanze estive: dalla Spagna alla Turchia, passando per Francia, Croazia, Grecia e Italia, scegliete la vostra preferita

di Davide Deponti

Italia, Croazia, Grecia, Turchia: le 30 mete più belle per l’estate in barca
Uno scorcio dell’isola di Lastovo, nella Croazia meridionale.

Le trovate indicate in rigoroso ordine geografico, da ovest verso est e da nord verso sud. Sono le trenta più affascinanti destinazioni del Mediterraneo nelle quali vi consigliamo di organizzare una vacanza in barca per la prossima estate. Vi chiederete, perché proprio qua? Sono quelle nelle quali potete trovare le spiagge più belle, gli ormeggi più sicuri e le acque più pulite. Dalla Spagna alla Francia, dalle coste dell’Italia alle isole piccole e grandi che circondano il litorale del nostro Paese, dalla Croazia alla Turchia, passando per le isolette della Grecia, che si scovano sia tra le acque dello Ionio sia tra quelle del Mar Egeo.

Mare, ma non solo…

Sono queste anche le località di mare nei pressi delle quali è possibile sbarcare per visitare luoghi unici, dal Monte Athos al Santuario di Santa Maria di Leuca. E se volete approfondire la conoscenza di ognuna di esse, prima di partire o durante la crociera, vi basta consultare una delle nostre nove guide dedicate proprio alle “Crociere nel Mediterraneo”.

Spagna

S’Espalmador, Formentera

38°44’ 10N – 01°24’ 90E

Sulla punta settentrionale di quella che è la più piccola ed affascinante delle Isole Baleari si raggiunge questa spiaggia di sabbia rosa la cui bellezza toglie il fiato. Si getta l’ancora tutto intorno al lungo arenile in 3-5 metrid’acqua.

Mahon, Minorca 

39°52’ 50N – 04°18’ 50E

Al centro della costa orientale della selvaggia isola di Minorca si allunga un profondo fiordo alla fine del quale si affaccia Porto Mahon. All’interno dello stesso canale ci sono diversi ancoraggi molto affascinanti.

Italia, Croazia, Grecia, Turchia: le 30 mete più belle per l’estate in barca

Francia

Port Cros, Francia

43°00’ 50N – 06°23’ 00E

L’isola e il villaggio centrale dell’arcipelago francese delle Hyeres hanno lo stesso nome e sono ospitate in una riserva naturale incontaminata.

Prima di entrare nel minuscolo porticciolo verificare sempre che ci sia posto (tel. 0033.494014070; Vhf 9). A terra sono banditi tutti i tipi di veicoli a motore.

Centuri, Corsica

42°58’ 02N – 09°20’ 97E

Sul lato occidentale del “dito” della Corsica, si raggiunge questo antico e pittoresco paesino di pescatori, nella cui darsena possono entrare solo barche di dimensioni ridotte.

Dopo aver passeggiato tra le viuzze incantate si può raggiungere la vicina Anse d’Aliso per fare un bagno rinfrescante.

Saint Tropez, Francia

43°16’ 30N – 06°38’ 40E

Mitica località della Costa Azzurra francese, soprattutto in estate si trasforma in una delle capitali mondiali della dolce vita e del jet set internazionale. Nel cuore del suo centro storico si trova il piccolo porto, diviso tra vecchia darsena e nuovo marina.

Oltrepassando verso sudest il piccolo Cap de Saint Tropez si raggiunge invece la famosissima spiaggia di Pampelonne: circondata dall’omonima insenatura è sabbiosa e attrezzata con numerosi lidi. Il più famoso è il Tahiti, nel quale prendeva il sole in pose adamitiche anche la mitica Brigitte Bardot.

Bonifacio, Corsica

41°23’ 40N – 09°08’ 88E

È famosissima per le bianche scogliere calcaree che la proteggono dalle correnti delle Bocche e che regalano panorami spettacolari sul mare turchese e sulla vicina Sardegna. Non lontano ci si tuffa nelle tranquille e azzurre acque di Anse du Fazzuolu.

Italia, Croazia, Grecia, Turchia: le 30 mete più belle per l’estate in barca

Italia – Centro

Capraia, Toscana

43°03’ 10N – 09°50’ 35E

È una delle perle dell’Arcipelago Toscano grazie alle spettacolari spiagge e grotte che ospita sulle sue coste frastagliate. Magnifici anche i fondali di origine lavica sui quali si specchiano acque verdissime.

San Felice C., Lazio

 41°13’ 50N – 13°05’ 90E

Circondato dalla selvaggia natura del Parco Nazionale del Circeo, che a sua volta comprende una fascia costiera sabbiosa che mescola dune alte venti metri e una lussureggiante macchia mediterranea, il borgo laziale è uno degli approdi più belli del Tirreno.

Arcipelago de La Maddalena, Sardegna

41°12’ 57N – 09°24’ 50E

È un ampio Parco Nazionale, che si allunga sopra e sotto il mare, quello che rende queste isole del nord della Sardegna un mondo incontaminato, nonostante a due passi si trovi l’universo mondano della Costa Smeralda. Tra le isole, come Caprera, Budelli e Razzoli, il silenzio e i profumi della natura regalano emozioni profonde, a tutti gli amanti del mare.

Costa Smeralda, Sardegna

41°08’ 24N – 09°32’ 34E

Nata come consorzio turistico e sviluppatasi attorno a Porto Cervo, è una delle mete mitiche della Sardegna. Tra le insenature splendide che ospita, ci sono Cala di Volpe e di Liscia di Vacca, con fondali di 5-10 metri.

Chia, Sardegna

 39°09’ 00N – 08°21’ 00E

La perla del sud della Sardegna è una località che unisce il fascino di spiagge deserte e lagune salate nelle quali si osservano i bellissimi fenicotteri rosa. A terra non mancano però le strutture turistiche all’avanguardia, compreso un campo da golf.

Sud

Tropea, Calabria

38°41’ 00N – 15°54’ 40E

Frequentata da tanti diportisti per la bianchissima e affascinante spiaggia che circonda il suggestivo scoglio di Santa Maria dell’Isola, Tropea è il centro turistico più noto della Calabria tirrenica.

Vulcano, Eolie

38°49’ 00N – 14°92’ 00E

È la più meridionale delle Isole Eolie e quella che la mitologia greca e Romana considerava come il luogo nel quale si trovavano le possenti fucine di Efesto, dio del fuoco. E anche oggi appena ci si arriva le narici sono colpite da un penetrante odore di zolfo. Da vedere la piccola Baia di Gelso, con la spiaggia nera, e la cima del Gran Cratere, tempestata da scintillante ossidiana.

Sicilia

Pantelleria

36°50’ 30N – 11°56’ 60E

Terra di antichissima nobiltà siciliana, l’isola che emerge al centro del Mediterraneo è un buen ritiro che affascina tutti i diportisti che sono alla ricerca di una vacanza lontana dalla folla agostana. Tra le sue falesie si trovano lidi magici come quello sabbioso di Balata dei Turchi, mentre nel suo entroterra ondulato e vulcanico da secoli sono coltivati viti di zibibbo e piante di capperi.

San Vito Lo Capo

38°10’ 75N – 12°44’ 30E

Posta proprio sulla cima settentrionale del selvaggio promontorio di Capo San Vito, nella Sicilia nordoccidentale, la cittadina è il punto di partenza per una serie di escursioni molto affascinanti. Su tutte quelle che raggiungono l’incantevole costa della Riserva dello Zingaro, piccola e poco nota area protetta caratterizzata da un mare turchese e incontaminato e davanti alla quale si aprono diverse spiaggette di ciotoli come quelle di Cala del Varo e Cala Torre dell’Uzzo.

Taormina

37°51’ 00N – 15°18’ 40E

Ai piedi del maestoso Etna si apre uno dei litorali più amati del Mediterraneo: è quello che ospita Letojanni, Giardini Naxos ma soprattutto l’antica e nobile Taormina. Almeno due sono gli ancoraggi da non perdere, quelli di Cala Sant’Andrea e Isola Bella.

Puglia

Santa Maria di Leuca

39°49’ 00N – 18°22’ 00E

L’ultimo lembo di terra della Puglia proteso in mare al confine tra Adriatico e Ionio ospita falesie a picco sul mare blu, grotte da esplorare in barca e a nuoto e alcune spiagge sabbiose “caraibiche”.

San Domino, Tremiti

42°07’ 20N – 15°29’ 85E

È la maggiore tra le isole dell’unico arcipelago italiano posizionato nel Mar Adriatico, quello delle Isole Tremiti. Da sempre territorio isolato e selvaggio, ospita sulla sua costa settentrionale la splendida Cala degli Schiavoni, insenatura naturale nella quale si trova una banchina per l’attracco.

Croazia

Krk

45°01’ 50N – 14°34’ 55E

Appena raggiunte le coste settentrionali della Croazia, nell’Adriatico si scorgono le magnifiche isole della Dalmazia Settentrionale. La maggiore di queste è proprio Krk, delizioso atollo sul quale non ci sono rilievi, ma solo grandi e profumate distese di macchia mediterranea. Vicino alla punta sudorientale dell’isola, affacciate sul Canale della Morlacca, è obbligatorio raggiungere le baie gemelle di Vela Luka e Mala Luka (45°58’ 20N – 14°48’ 10E): rocciose e chiuse da spiagge di sassi hanno fondali di 5-10 metri.

Italia, Croazia, Grecia, Turchia: le 30 mete più belle per l’estate in barca

Kornati

43°48’ 10N – 15°20’ 00E

Il frastagliato arcipelago della Dalmazia è protetto da un rigoroso Parco Nazionale che comprende oltre un centinaio di isole, la maggiore delle quali si chiama anch’essa Kornati. L’ingresso avviene solo a pagamento (prezzi da 25 euro), mentre la sosta è possibile solo ai gavitelli controllati dai pescatori croati (sono indicati sul sito www.kornati.hr).

Lastovo

42°46’ 30N – 16°53’ 60E

Carsica e ricca di bellezze naturali uniche, come i suoi fondali coloratissimi, Lastovo è nota come l’isola delle aragoste. Attorno a Lastovo ci sono numerose baiette da esplorare, tra le quali, quella di Zakoplatica.

Dubrovnik

42°38’ 00N – 18°06’ 00E

La perla della Croazia meridionale è anche una delle città di mare più belle del Mediterraneo, racchiusa da alte mura che proteggono un centro storico bellissimo e che dominano la verdissima isola di Lokrum.

Grecia

Itaca

 38°22’ 00N – 20°43’ 15E

Tra le isole Ioniche c’è anche la leggendaria patria di Ulisse, uno stretto lembo di terra diviso in due dal mare. Tra le baie da non perdere Pera Pigadhi e Agios Andreas, deserta e ben ridossata.

Idhra

37°21’ 10N – 23°28’ 00E

Lunga e rocciosa fronteggia l’Argolide: l’omonimo capoluogo davanti al quale si trova il porto di Limin Idhras, è formato da uno spettacolare anfiteatro naturale. Non lontano si apre la bella e famosa baia di Mandraki, dove dar fondo in 5-10 metri d’acqua davanti alla piccola spiaggia sabbiosa.

Italia, Croazia, Grecia, Turchia: le 30 mete più belle per l’estate in barca

Amorgos

36°49’ 60N – 25°51’ 80E

È una delle più belle e tranquille Cicladi, tanto è vero che anche in agosto si trovano spiaggette deserte davanti alle quali dar fondo per un bagno. A terra si sbarca anche per visitare il grandioso monastero ortodosso di Hozoviotissa.

Pirgadhikia

40°21’ 00N – 23°43’ 00E

Al centro del Golfo di Singitikos, tra le “dita” della Calcidica greca, si trova questa incantevole baia che è anche un comodo punto di approdo per visitare i misteriosi Monasteri del vicino Monte Athos.

Khios

38°37’ 00N – 26°09’ 00E

Ricca di baie tranquille e poco frequentate, l’isola delle Sporadi orientali è ritenuta la patria del mitico Omero. A terra da non perdere una passeggiata nella pianura a sud: è la Mastikohoria, la terra del lentisco, pianta isolana.

Creta

 35°33’ 00N – 25°38’ 00E

È l’isola del Minotauro ed è da visitare perchè è ricca di spiagge ampie e selvagge. Da non perdere quella di Gramvousa che si apre nell’angolo nordovest.

Turchia

Bozburun

36°41’ 40N – 28°02’ 50E

Nella parte più interna dell’omonimo golfo, protetta dalla rocciosa isola di Kizil Adasi, offre diversi ancoraggi.

Olu Deniz

36°33’ 40N – 29°06’ 00E

Lungo la costa meridionale della Turchia, è d’obbligo raggiungere quella che è una meravigliosa insenatura profondamente intagliata nella costa a nord di Kalkan. Nella fantastica Olu Deniz, però la barca si ormeggia all’esterno e si entra “a piedi”.

Related Post

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Pershing 140: la nuova ammiraglia in alluminio, firmata De Simoni
Swan 78: chiglia da regata per il nuovo modello Nautor
BD56: lo yacht che può andare a vela oppure a motore
Chiudi