Easy sailing: 10 soluzioni per navigare sulla tua barca con facilità e sicurezzaTempo di lettura: 3'

0

Mai sentito parlare di Easy sailing? Sono quegli accorgimenti, accessori e soluzioni per navigare in tutta sicurezza e facilità, anche con equipaggio ridotto. Qui vi diamo alcuni consigli pratici

Easy sailing: 10 soluzioni per navigare sulla tua barca con facilità e sicurezza

1. Frullone avvolgi le vele per andature portanti

Lo potete armare su un bompresso o se avete spazio direttamente sul musone di prua, serve per utilizzare un gennaker avvolgibile, molto più versatile di uno spinnaker.

2 .Bompresso per usare al meglio il gennaker

Le principali aziende di alberi producono dei modelli standard, già dimensionati e semplici da montare. Di norma bisogna prevedere due attacchi in coperta (per quando lo si utilizza e per quando e ha riposo) e un invito sul musone di prua.

3. Rinvii meno fatica in manovra

Dalla scotta della randa a quello della drizza, un paranco è sempre utile. Distribuisce meglio il carico e soprattutto evita di sforzarsi troppo per cazzare una cima

4. Code Zero la famiglia delle vele intermedie

Un vero Code Zero su una barca da crociera in realtà è complicato da montare. La tensione sull’inferitura è cosi elevata che sia l’albero che la coperta devono essere progettati opportunatamente. Ma esistono delle variazioni di questa vela che possono essere adoperate anche in crociera. Si tratta di vele più magre di un gennaker e più grasse di un genoa. Utili per quando c’è poco vento in bolina (larga) e comode con vento forte per navigare in poppa. Si armano con un frullone.

Easy sailing: 10 soluzioni per navigare sulla tua barca con facilità e sicurezza5. Gennaker più semplice dello spinnaker

Una vela che “permette molto”. Serve per andare ad andature portanti e, al contrario dello spi ha bisogno solo di due scotte e un bompresso (facoltativo). Permette molto perché, in caso di distrazioni è difficile fare danni e per strambare bastano le due scotte.

6. Rollafiocco meglio se a basso profilo

Per ridurre la vela di prua in crociera è ovvio che serve un rollafiocco. Oggi vanno di moda quelli incassati sotto coperta, che oltre a non essere di intralcio abbassano il punto di mura della vela. Se non lo avete, c’è un modello della Facnor, (l’unico al momento), a basso profilo come un frullone, ma al posto della cima di recupero, ha una fettuccia e permette di mantenere la vela parzialmente rollata.

7. Piano velico proporzionato e gestibile

A volte non si può modificare con facilità ma si possono aggiustare alcuni dettagli. Per esempio ridurre la superficie del genoa o diminuire l’allungamento della randa.

8. Randa avvolgibile che almeno sia sul boma

La randa avvolta nell’albero è comoda, ma velisticamente parlando è improponibile, soprattutto se non si hanno neanche delle stecche verticali che danno una forma alla vela. Se proprio la volete avvolgibile fate almeno che sia sul boma, la forma è simile a una vela normale e la comodità rimane alta.

9. Winch elettrico basta un bottone per cazzare

Ideale da mettere per le drizze in modo da issare le vele senza fare fatica, ma se il vostro genoa è tanto grande allora pensate di montarne uno anche per le scotte.
Easy sailing: 10 soluzioni per navigare sulla tua barca con facilità e sicurezza

10. Randa steccata si issa e ammaina meglio

Con una rotaia sull’albero e dei carrelli a sfere, una randa con le stecche lunghe, full batten, si issa e ammaina con più leggerezza e soprattutto senza far fatica. In più con vento forte mantiene meglio la sua forma.

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Viaggio alle Bermuda, l'Eden a portata di barca
Storie di mare: Carlo, vivere viaggiando. Dal 1976 gira il mondo in barca
Dehler 35: i nostri voti per caratteristiche e prova
Chiudi