Explorer 28, una barca sartoriale: il nuovo “su misura” firmato C.BoatTempo di lettura: 4'

0

Come tutti i C.Boat, anche il nuovo Explorer 28 è uno scafo totalmente custom.  Ma questo, rispetto agli altri, possiamo definirlo “su misura”

Explorer 28, una barca sartoriale: il nuovo "su misura" firmato C.BoatIl desiderio di ogni armatore è quello di avere una barca che dia corpo ai suoi sogni. Quel che offre il mercato però difficilmente soddisfa questi desideri. Anche le barche “custom”, infatti, hanno limiti imposti da compartimentazione e linee d’acqua. Chi poi desidera uno scafo sotto i 30 metri ha ben poco da scegliere. A meno che non decida di affidarsi a Mario Corvisieri e alla sua C.Boat.
Il cantiere siciliano, che costruisce le sue barche a Monfalcone, ama infatti definirsi Yacht Builder per sottolineare l’importanza che riserva a ogni particolare. «Non ci piace definirci cantiere», spiega Mauro Corvisieri, il titolare. «Preferiamo immaginarci come una sartoria dove si realizzano barche talmente su misura da risultare come cucite addosso», spiega. «Proprio questo è l’elemento di distinzione che piace ai nostri armatori», conclude.

LA BARCA “CUCITA ADDOSSO”

All’ultimo Festival Boat Show di Cannes C.Boat ha presentato la navetta 27Sc e ha annunciato la vendita di una nuova unità. Un explorer che nasce sulla piattaforma navale del 27Sc, riprogettata completamente da Sergio Cutolo e portata ad un baglio di 7.75. Si tratta di uno scafo che rientra quindi nella categoria delle imbarcazioni sotto i 24 metri. Ma che rispetto a quello del 27 è stato talmente modificato dalle richieste dell’armatore da poter essere considerato un one off. Per la sua realizzazione è stata messa in campo una task force equamente distribuita lungo tutta la Penisola.

Il design della barca è stato affidato allo studio Inzerillo Albeggiani Yacht Design di Palermo, il layout alla Watermarkdesign del veneziano Marco Garlant, gli interni a Matteo Pamio di Treviso e l’engineering alla Hydro Tec di Sergio Cutolo, che è basata a Varazze. Un pout pourri ben assortito che ha dato i suoi frutti.

POTENZA ED ELEGANZA

La prima impressione è quella di una barca possente, ma al tempo stesso elegante. «Il progetto del C.Boat Explorer 28 rispecchia i desideri di un armatore competente che desiderava uno yacht dalle linee pulite con ampi spazi esterni che non compromettessero l’abitabilità interna», spiega Inzerillo. «È nata così una barca con grandi superfici vetrate che alleggeriscono il volume e donano eleganza all’insieme», conclude.

INTERNI

Il layout degli interni, è stato affidato a Marco Garlant che ha puntato sulla fluidità degli ambienti. «Per la definizione del layout siamo partiti dalle esigenze dell’armatore. Abbiamo previsto uno spazio libero e funzionale in cui l’elemento della scala a goccia centrale con gradini sospesi in vetro e aperta sui tre ponti conferisce leggerezza e respiro all’insieme», spiega Garlant.Explorer 28, una barca sartoriale: il nuovo "su misura" firmato C.BoatLa disposizione prevede tre cabine doppie sul lower deck e la suite armatoriale a prua del ponte principale. La richiesta dell’armatore di avere spazi aperti generosi ha portato ad allungare il pozzetto fino a sei metri, sacrificando in parte la zona relax di questo ponte che prevede comunque due grandi divani serviti da un’isola centrale.

PISCINA ED ESTERNI

In compenso, a poppa è stata eliminata la murata, sostituita da un’infinity pool a filo con il pavimento che si sta pensando di coprire con un pannello scorrevole in vetro e teak, in modo da sfruttare l’area quando la piscina non è in uso. Un’opera di ingegneria non indifferente, affidata a Sergio Cutolo al pari delle molte altre previste a bordo come le due porte ad ala di gabbiano che danno accesso alla sauna e all’area storage ricavate sotto la piscina e affacciate sulla beach area. O la porta basculante in vetro che sul fly collega pozzetto e zona relax.
 
Gli interni del C.Boat Explorer 28 verranno impreziositi da icone del design vintage

COMODO MA DI DESIGN

L’eleganza delle forme esterne del C.Boat Explorer 28 fa il paio con quella degli interni, affidati a Marco Pamio. Alla sua prima barca (lavora nel residenziale), è stato scelto proprio per portare a bordo una ventata di novità. «Questa sarà una barca all’insegna della praticità», spiega Pamio.«L‘armatore ci ha chiesto di limitare l’uso di materiali che si deteriorano facilmente. Gliene abbiamo proposti di innovativi e materici, capaci di regalare sensazioni stupefacenti», continua. «L’idea è quella poi di impreziosire gli ambienti con pezzi iconici del design dei decenni passati».

I MATERIALI

In tutto, a bordo, verranno usati solo tre materiali: il rovere alleggerito dal tanino in modo da renderlo più grigio; il cemento top creat e il vetro. Durante la cerimonia per la posa della chiglia, Mauro Corvisieri era raggiante. E a ragione. Una volta terminata, questa barca sarà un punto di partenza importante per i modelli futuri e per una nuova concezione dell’uso del vetro nella nautica. Perché a bordo del C.Boat Explorer 28 il vetro la farà da padrone. Ci sarà tanto, tantissimo vetro che renderà questa barca di una luminosità impensabile. Quanto non resta che scoprirlo quando si potrà salire a bordo nella primavera del 2018.Explorer 28, una barca sartoriale: il nuovo "su misura" firmato C.Boat

Related Post

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Caratteristiche Barche
Aston 66M: ecco la coupé del mare, disegnata da Enrico Gobbi
Maiora 33 Fb: uno yacht full beam con l’eleganza del made in Italy
Varianta 44: la vela low cost con caratteristiche personalizzabili
Chiudi