Gran Premio d'Italia Mini: la carica di Pendibene e classificaTempo di lettura: 2'

0

Il navigatore italiano Pendibene vince nella classe dei Serie. Cronaca e classifica finale del Gran Premio d’Italia Mini 6.50

di Eugenio Ruocco

Gran Premio d'Italia Mini: la carica di Pendibene e classifica
Sopra, Marina di Loano della coppia formata da Andrea Caracci e Gaetano Mura, secondo classificato nella categoria dei Proto. Sotto, Andrea Pendibene, primo tra i Serie su Intermatica, insieme a Nicholas Berengers.
La quarta edizione del Gran Premio d’Italia Mini 6.50 si è rivelata una passeggiata rispetto all’anno scorso, dove i concorrenti si sono beccati mare Forza 6. Il percorso di 540 miglia ha impegnato i 24 Mini sulla rotta Genova- Capraia-La Caletta-Giannutri-Genova. Subito dopo la partenza, tra i Proto si è capito che sarebbe stata una lotta a due. Da una parte Marina di Loano, con a bordo Andrea Caracci e Gaetano Mura, dall’altra Teamwork della coppia svizzero-francese David- Le Diraison.

La classifica del Gran Premio d’Italia Mini

Hanno avuto la meglio i cugini d’oltralpe, primi sulla linea d’arrivo dopo 3 giorni, 22 ore e 34 minuti di navigazione. Caracci e Mura hanno tagliato in seconda posizione, con il tempo di 4 giorni, 1 ora e 15 minuti, distanziando di 21 ore Adrenalina della coppia Iacopini-Stella.

Pendibene super in regata

Assoluti protagonisti tra i Serie, Andrea Pendibene e Nicholas Berengers a bordo di Intermatica. Hanno avuto quasi 12 ore di vantaggio su Scusamilespalle di Sabbatini e Miceli e oltre 13 su Madamoiselle Iodée dei francesi Duvignac-Navarin. “Il fatto di aver visto sfumare la vittoria per soli 10 secondi l’anno scorso (a favore di Gesi e Ragazzolo su Dagadà, ndr) mi ha caricato a mille per l’edizione 2010” racconta Pendibene. “Grande merito va a Nicholas, esperto regatante, alla sua prima esperienza sui Mini. Io ho potuto imparare da lui i segreti della tattica, e in cambio gli ho insegnato la conoscenza della barca. La regata? Siamo partiti bene e siamo rimasti davanti”.

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Vivere di vela: l'idea di due "fratelli" rimasti senza lavoro
Assicurazione, tutto quello che avreste voluto sapere sulle polizze per la barca
Coppa America 2013: il campione Francesco Rapetti svela le novità
Chiudi