Il design secondo Ian Callum: Design Director di JaguarTempo di lettura: 4'

0

 

Ian Callum
Ian Callum

Amo il senso del movimento

by Matteo Zaccagnino
Quando nel 1999, Ian Callum, inglese, classe 1954, scuola d’arte di Glasgow e poi il Royal College of Art, dopo aver lavorato alla Ford e TWR Design (Aston Martin, Volvo, Nissan) venne chiamato alla Jaguar come design director, realizzò un sogno. Aveva 14 anni quando aveva spedito a Bill Heynes, allora capo ingegnere di Jaguar, il suo “mito”, alcuni disegni di auto. Heynes, gli aveva detto di continuare nella sua passione.
Architettura, interior e car design: è importante muoversi tra questi settori?
Ė estremamente importante, perché gli elementi fondamentali del design sono gli stessi, non importa ciò che stai facendo. Bisogna capire obiettivo, vincoli e avere creatività. Le connessioni comprendono forma, interazione umana ed estetica e tutti questi aspetti esistono in questi settori, mentre i materiali possono attraversare tutte le aree di progettazione.
Si dice che i progettisti producano servizi e non oggetti? È d’accordo?
No. Stiamo producendo oggetti del desiderio che la gente vuole comperare. Naturalmente devono funzionare come tali e naturalmente parlando di un’auto, soprattutto del lusso, il meccanismo va dall’esperienza dell’acquisto e del possederla, fino al momento in cui la si vende. Così il business dell’auto si concentra molto sulla produzione di un servizio, ma i car designer si concentrano molto sulla produzione di un oggetto.


Quale ruolo deve avere il design in questo momento storico?

Il ruolo del design è quello di capire esattamente ciò che sta accadendo nel mondo. In genere i progettisti tendono a essere più attenti nella comprensione delle tendenze, di come la gente pensa e di come le persone si comportano. Sono più attenti su come il futuro si stia sviluppando. Quindi il nostro ruolo, per quanto possiamo e nei modi nei quali siamo in grado di farlo, è quello di guidare il resto del mondo industriale su come pensiamo dovrebbero essere i prodotti nel futuro. Cosa dovrebbe piacere e come dovrebbero apparire. Questo gioca un ruolo enorme nel proporre nuovi orientamenti.
Jaguar lavora al vertice del suo settore. Cos’é il lusso oggi e quale contributo dà nel design e in un prodotto?
Direi che oggi l’enfasi posta sul lusso è più relativa al godimento dell’oggetto, piuttosto che all’oggetto in sé. È il piacere di possedere qualcosa di bello. In termini di utilizzo, è più il piacere e il valore del poterlo usare, tra cui, ovviamente, l’effettivo utilizzo del veicolo e il benessere che ne deriva. Il benessere è una parte molto importante dei nostri contenuti lusso.
Quali ritiene saranno le linee guida del design in futuro?
La comprensione e la soluzione dei problemi. Sempre con il desiderio e di creare qualcosa di bello.
Barche e automobili sono oggetti dinamici e sono in stretto rapporto con l’ambiente. In che modo questo aspetto influenza il design?
Il senso del movimento è molto importante per entrambi gli oggetti. Storicamente barche e automobili raccontano visivamente una sensazione di movimento. Questo è qualcosa che sento con passione e per questo mi piace il concetto di barca e così come quello di automobile. Nelle barche, quelle a vela in particolare, trovo intrigante come l’equilibrio di tecnologia e funzione si intreccino con un risultato bellissimo.

Ian Callum
Ian Callum

Lo yacht design guarda spesso al car design come fonte di ispirazione. Si verifica anche il contrario?
Sì. Sui nostri tavoli abbiamo spesso immagini di yacht, a motore e a vela, come fonte di ispirazione. Su uno splendido yacht c’è un senso di purezza che non è secondo a nessuno, ed è qualcosa che posso apprezzare pienamente. Gli yacht possono essere estremamente stimolanti quando si arriva alla combinazione di funzione, design, stile e dettagli. E gli interni, naturalmente, possono essere estremamente ricchi di suggerimenti. I car designer in generale amano lo yacht design. Pochi anni fa, quando abbiamo lanciato la XF Sportbrake ho progettato il concept di un motoscafo Jaguar. È stata una grande opportunità per creare una visione di come la nostra filosofia di design poteva essere applicata a un prodotto diverso nel quale velocità e bellezza erano comunque le priorità.
Qual è il suo rapporto con il mare e cosa rappresentano per lei le barche?
Amo le barche. Sulle barche a motore mi piace l’idea di potenza e il senso di spazio. Con barche a vela amo il fatto che non è necessaria alcuna fonte di energia esterna per andare dove si vuole. Ė estremamente romantico.
Quali le caratteristiche di una barca?
Bellezza, eleganza, un deciso senso del movimento e presenza: portamento.

La Jaguar XF Sportbrake e il motoscafo disegnato da Ian Callum in occasione del lancio del nuovo modello della Casa inglese
La Jaguar XF Sportbrake e il motoscafo disegnato da Ian Callum in occasione del lancio del nuovo modello della Casa inglese
«Sulle barche a motore mi piace l’idea di potenza»
«Sulle barche a motore mi piace l’idea di potenza»
La “pinna” del motoscafo ricorda quella della Jaguar E2A che corse negli Anni ‘60
La “pinna” del motoscafo ricorda quella della Jaguar E2A che corse negli Anni ‘60

La Jaguar E-Type, lo storico modello che riassume il mito delle Casa inglese
La Jaguar E-Type, lo storico modello che riassume il mito delle Casa inglese
La Jaguar F-Pace, definita da Callum: “Un perfetto equilibrio di stile, prestazioni e praticità”
La Jaguar F-Pace, definita da Callum: “Un perfetto equilibrio di stile, prestazioni e praticità”

«Indirizzare l’industria verso il futuro. Questo il ruolo dei designer»
«Indirizzare l’industria verso il futuro. Questo il ruolo dei designer»
Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
A50 Aria: uno yacht declinato sullo spazio
Amels 188: uno yacht all’insegna di tecnologia ed eleganza
Uno yacht sinonimo di grande autonomia e velocità
Chiudi