Barca classe 2011: ecco i modelli di Hanse, Bavaria e ElanTempo di lettura: 6'

0

Nei primi mesi del 2011 sono stati varati diversi modelli: vi mostriamo la barca del 2011 secondo Bavaria, Elan, Hanse e gli altri cantieri più importanti

Barca classe 2011: ecco i modelli di Hanse, Bavaria e Elan

Non è vero che le barche nuove arrivano solo in autunno. Questi primi mesi del 2011 hanno visto scendere in acqua non pochi modelli in ogni categoria. Dall’Hanse 495, che abbiamo avuto modo di provare in Francia, all’Elan 210, il piccolo del cantiere sloveno disegnato da Rob Humphreys. Arriva invece dal Sudafrica l’ultimo gigante di Southern Wind, l’SW 94, che ha navigato in Atlantico per raggiungere il suo armatore spagnolo e fare il “collaudo”!

Catana ha lanciato il suo primo esemplare “Carbon Infusion”, una tecnologia costruttiva che verrà a breve estesa a tutta la produzione. Mentre Bavaria completa la sua gamma firmata Farr con il 50 Cruiser, e X-Yachts torna ai cruiser racer con l’Xp 44 (in agosto scenderà in acqua il fratellino Xp 38) tra i cantieri di casa nostra ne spicca uno che più italiano non potrebbe essere e che fa il suo vero e proprio esordio sul mercato: Italia Yachts presenta l’Italia 10.98, progettato da Maurizio Cossutti, un 11 metri che coniuga prestazioni da regata e comodità da crociera.

L’ULTIMO NATO DI HANSE

L’Hanse 495 segna un’ulteriore evoluzione da parte del cantiere tedesco: non solo una grande abitabilità, ma una risposta al timone davvero immediata e prestazioni che colpiscono anche con mare cattivo

HANSE YACHTS Hanse 495 

Abbiamo avuto modo di provarlo recentemente in Francia (il servizio completo lo troverete sul prossimo numero de Il Giornale della Vela) e il meteo non è stato clemente. Nel primo dei due giorni di prova il mare era arrabbiato (25 nodi di vento e onda ripida sui 3-4 metri), poi poca aria e onda morente. In entrambi i casi le prestazioni sono state al di sopra delle aspettative.

Il tutto con un armo “easy sailing”: un uomo da solo porta la barca senza alcuna difficoltà grazie alle manovre poste vicino alla postazione del timoniere e ai winch idraulici. Lo spazio abitabile a bordo, caratteristica che ha decretato il successo di Hanse, si mantiene inalterato in questo ultimo modello. Tre i layout disponibili, a 3 o 4 cabine: in una versione la cabina armatoriale è a poppa a tutto baglio. Tutte caratteristiche che ci hanno portato a scegliere l’Hanse 495 come n.1 di questo mese. Dati: lung. 15,40 m; larg. 4,75 m; disl. 14 t.

Trovate gli indirizzi degli importatori italiani su www.hanseyachts.com

BAVARIA Bavaria 50 Cruiser 

Bavaria completa la sua gamma formata da Bruce Farr e da BMW Group Designworks USA con il 50 Cruiser, presentato a Dusseldorf e arrivato da pochissimo in Mediterraneo. Tra le peculiarità, spicca la grande plancetta di poppa (una caratteristica comune a tutta la linea Cruiser) apribile in questo caso elettricamente.

Il pozzetto è stato studiato per garantire la migliore ergonomia possibile, mentre la linea alta della tuga garantisce altezze notevoli sottocoperta: in quadrato si raggiungono i 2,11 metri e le cabine possono accogliere 10 persone. Dati: lung. 15,57 m, larg. 4,67 m, disl. 14,1 t.

Gold Sail, www.goldsail.it. Albatros, www.albatrosrimini.it

CATANA Catana 47 Carbon Infusion 

È il primo modello del cantiere francese che introduce la costruzione Carbon Infusion, che verrà poi portata su tutta la gamma. Nel caso di questo 14 metri, il vantaggio è evidente: pesa infatti 1,7 tonnellate in meno del suo predecessore. Il suo carattere sportivo è confermato poi dalla possibilità di armare, oltre al genoa e al gennaker avvolgibili, uno spi simmetrico di 200 metri quadri usando gli scafi come braccio. All’interno un gradevole gioco di chiaro/scuri tra pannelli in acero, bordi in noce americano e pareti in pelle riscaldano gli ambienti. Dati: lung. 14,03 m, larg. 7,64 m, disl. 10,9 t. Now

CONTEST YACHTS Contest 45 CS 


Si chiama Contest 45 CS il modello che va a completare la gamma flush deck del cantiere olandese. Il family feeling rimane invariato, con una tuga rialzata che protegge bene il pozzetto centrale, al quale sono rimandate tutte le manovre. La finestratura realizzata proprio nella tuga ha permesso ai progettisti di regalare luce al quadrato (oltretutto alto due metri). Gli interni sfruttano il disegno dello scafo (con un baglio importante anche a poppa) per ottenere una cabina armatoriale davvero grande, con letto matrimoniale centrale e un bagno privato. Dati: lung. 13,70 m, larg. 4,10 m, disl. 13,5 t.

ELAN MARINE Elan 210


Questa è la prima immagine in acqua del nuovo sei metri e mezzo del cantiere sloveno. Disegnato da Rob Humphreys, è caratterizzato dal doppio timone, che offre una migliore manovrabilità a barca sbandata e un minor beccheggio. Le generose sezioni di poppa hanno consentito di ottenere un pozzetto spazioso, grazie anche alla barra centrale e al trasto della randa montato a filo dello specchio di poppa. Sottocoperta una doppia cuccetta di prua e altre due posizionate a poppa consentono a quattro persone di dormire a bordo. Dati: lung. 6,60 m, larg. 2,50 m, sup. vel. 28,3 mq.

Adria Ship, tel. 0431 83504, www.adriaship.it

ITALIA YACHTS Italia 10.98 


Unn progetto tutto italiano fin dal suo nome. Le scelte progettuali hanno puntato sulla massima rigidità strutturale, unita a un’estrema leggerezza. Il dislocamento di 4500 kg, ricorda più quello di una barca da regata che da crociera.

In effetti questo undici metri risulta adatto per entrambi gli usi: gli spazi, sia interni sia esterni, garantiscono un soggiorno a bordo anche prolungato in totale comodità, mentre le linee d’acqua e il piano velico (Cossutti come progettista è una garanzia) assicurano divertimento a chi ha voglia di correre. Dati: lung. 11,29 m, larg. 3,65 m, disl. 4,5 t.

Italia Yachts, tel. 041 4967891, www.italiayachts.it

JEANNEAU Sun Odyssey 439 

Con il suo fratello minore 409 (del quale vi presentiamo la prova in questo numero) segna il nuovo corso della gamma Sun Odyssey di Jeanneau: linee performanti unite a una grande accuratezza nelle finiture. A poppa è persino abbozzato uno spigolo, tratto solitamente caratteristico delle barche oceaniche. Il design di Philippe Briand è nell’insieme sobrio e originale. Per venire incontro alle esigenze degli armatori più diversi, il cantiere francese dà la possibilità di scegliere tra diversi layout interni. Dati: lung. 13,39 m, larg. 4,24 m, disl. 9,88 t.

TARTAN YACHTS Tartan 4000 


Linee molto classiche unite a materiali di ultima generazione (pensate anche solo al carbonio per l’albero) caratterizzano il Tartan 4000. Il cantiere americano è ormai riconosciuto proprio per questa sua “bipolarità”. Lo scafo è assemblato in laminati solidi (senza anima) che prevengono l’infiltrazione di acqua nel laminato. Un’attenzione particolare è prestata all’installazione delle attrezzature, al fine di assicurare l’integrità del laminato garantendo così una ottimale resistenza all’umidità e aumentando la sicurezza. Dati: lung. 12,41 m, larg. 3,96 m, disl. 9,11 t.

SOUTHERN WIND SW 94 n.c.


Disegnato da Reichel Pugh e Nauta, Kiboko è costruito in sandwich di carbonio e rinforzato con tessuti in carbonio e kevlar nelle sezioni più esposte dello scafo. Il suo carattere sportivo si sposa con interni di gran lusso, in pieno stile Southern Wind. Il salone è un open space che comprende anche la zona lounge e studio, dove tramite la tv ci si può interfacciare con il computer di bordo. La cabina armatoriale ha un’anticamera che funge da cabina armadio. Tutto è personalizzabile, compreso il piano di coperta. Dati: lung. 28,64 m, larg. 6,66 m, disl. 52,3 t.

Pegaso Yacht Division, tel. 010 5704035, www.sws-yachts.com

X-YACHTS Xp 44 


Attesissimo, è appena sceso in acqua questo modello che riporta il cantiere danese che segna il ritorno ai cruiser racer, dopo lo scorso anno dedicato alla gamma da crociera. Nella sigla Xp la “p” sta proprio per performance. Nella costruzione si è optato per l’infusione, sfruttando anche le fibre di carbonio al posto dell’acciaio, con un conseguente risparmio in termini di peso. L’immersione standard è di 2,30 metri, ma è disponibile anche una versione che raggiunge i 2,65 metri di profondità. All’interno troviamo tre cabine doppie. Dati: lung. 13,29 m, larg. 4,07 m, disl. 8,65 t.

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Alberto Minotti: “Le mie cucine mettono l’uomo al centro”
SailTime, una barca di proprietà al costo del noleggio
Come scegliere l’ancora ed eseguire la manovra
Chiudi