Monte Carlo Yachts MCY 105: il fascino del moderno senza tempoTempo di lettura: 4'

0

Tracciare una nuova prospettiva: questo l’obiettivo del MCY 105, il gioiello firmato Monte Carlo Yachts

by Giuliana Fratnik

Monte Carlo Yachts MCY 105: equilibrio delle forme, proporzioni accurate e dinamismo delle linee realizzazno il family feeling della flotta di Monte Carlo Yachts
Equilibrio delle forme, proporzioni accurate e dinamismo delle linee realizzazno il family feeling della flotta di Monte Carlo Yachts
Monte Carlo Yachts MCY 105
Monte Carlo Yachts MCY 105: uno yacht dotato di un fascino navale destinato a durare a lungo nel tempo
Uno yacht dotato di un fascino navale destinato a durare a lungo nel tempo
Sono bastati cinque anni a Monte Carlo Yachts per entrare nell’Olimpo dei megayacht. Nel luglio 2010 veniva infatti presentata a Venezia la loro opera prima, quel MCY 76 che avrebbe aperto le porte a un successo internazionale. Un lustro più tardi, sempre nella città lagunare, Monte Carlo Yachts ha presentato, nel corso di una serata-evento all’Arsenale, la sua nuova ammiraglia: l’MCY 105, un 32 metri che ha poi fatto bella mostra di sé ai saloni di Cannes e Montecarlo. «Abbiamo mantenuto la promessa e il nostro fatturato è cresciuto da 3 milioni di euro nel primo anno a 58 milioni di euro. Siamo partiti da un team di 20 persone e oggi possiamo contare 300 dipendenti», ha affermato Fabrizio Iarrera, amministratore delegato di Monte Carlo Yachts durante la presentazione. «Vogliamo continuare a crescere e guardiamo ai prossimi cinque anni con grande entusiasmo. Per il futuro, stiamo prendendo in considerazione la categoria super yacht, che riteniamo sia l’evoluzione naturale del percorso di progettazione e produzione che abbiamo intrapreso».
Disegnato dallo studio di Dan Lenard e Carlo Nuvolari che fin dall’inizio ha dato vita alla gamma Monte Carlo Yachts, il nuovo 105 è caratterizzato dagli elementi tipici del design della collezione MCY: un equilibrio perfetto dello scafo e delle sovrastrutture, un’attenzione minuziosa nei confronti delle proporzioni e un dinamismo intrinseco delle linee, in combinazione con una distribuzione luminosa delle luci degli interni. Con i suoi parapetti imponenti, il ponte portoghese e la prua elevata l’MCY 105 è elegante e immediatamente riconoscibile e può vantare quel fascino navale che risulta moderno senza perdere valore nel tempo. «Esiste un filo che unisce tutti i modelli di Monte Carlo Yachts; una coerenza progettuale a livello stilistico e funzionale», commenta Dan Lenard. «Aspetti questi che si amplificano nel progetto del 105 piedi. Le forme dello scafo che, come per tutta la linea, specie nel disegno della prua, richiamano quelle di un fisherman, diventano nel 105 un tratto distintivo. È stata l’idea di base di un percorso progettuale che, partito dal concetto di efficienza della carena, si è arricchito di nuovi elementi stilistici e funzionali diventati gli stilemi del cantiere stesso».
Il layout degli interni prevede il ponte principale interamente dedicato all’armatore e ai suoi ospiti, con la suite armatoriale all’estrema prua e tutto il resto del ponte riservato al grande salone. La cucina è stata posizionata sul ponte inferiore, in prossimità della zona equipaggio. Il resto del lower deck è invece occupato dalle cabine ospiti che possono essere tre o quattro, con una o due vip e due a letti gemelli. Ma quello che davvero contraddistingue il décor di questa imbarcazione è l’elevato livello dei dettagli. «Nel Monte Carlo Yachts 105 i particolari sono decisamente quelli riservati a scafi di dimensioni maggiori», spiega Valentina Zannier dello studio Nuvolari-Lenard, che ne ha curato arredi e décor. «Ogni mobile di questa barca è stato disegnato a sé. Lo stile è contemporaneo, ma ricercato». I tessuti, per esempio, sono quasi tutti firmati Hérmes e, cosa insolita su uno yacht, sono abbinati a carte da parati che riportano gli stessi decori. E poi ci sono le pelli e i cuoi di La Bretagna e legno, tanto legno, quasi tutto declinato nelle tonalità del grigio. E ancora metalli, bronzo in primis, e pietre: marmo di Carrara, molto amato dall’armatore, e l’Elegant brown, una pietra scura firmata Antolini. «L’atmosfera di insieme» conclude Valentina Zannier, «è quella di uno yacht contemporaneo che la cura dei dettagli trasforma in vero gioiello navigante».
Monte Carlo Yachts MCY 105: una delle due Vip destinate agli ospiti
Una delle due Vip destinate agli ospiti
Monte Carlo Yachts MCY 105: il disimpegno al lower deck e una cabina doppia
Il disimpegno al lower deck e una cabina doppia
Monte Carlo Yachts MCY 105
Monte Carlo Yachts MCY 105: la cura per i dettagli alza l’asticella della qualità per il mondo dei megayacht
La cura per i dettagli alza l’asticella della qualità per il mondo dei megayacht
Monte Carlo Yachts MCY 105: i grandi spazi del flybridge visti da poppa e da prua
I grandi spazi del flybridge visti da poppa e da prua
Monte Carlo Yachts MCY 105: i grandi spazi del flybridge visti da poppa e da prua
I grandi spazi del flybridge visti da poppa e da prua
Il Monte Carlo 105 può raggiungere la velocità massima di 27 nodi
Il Monte Carlo 105 può raggiungere la velocità massima di 27 nodi
 

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Test: che tipo di velista sei? Mettiti alla prova con le nostre domande!
Berlinetta: la nuova gamma di yachts
"Entra acqua dal timone": stop per Alberto Rudi durante l'Arc
Chiudi