Nasce Sirena Yachts, una linea di explorer per vivere il mare in libertàTempo di lettura: 3'

0

Dopo le esperienze nel mondo della vela con gli Euphoria e gli Azuree, Sirena Marine esordisce nel mondo delgli explore. Sirena Yachts, Germàn Frers e Tommaso Spadolini danno vita a un sogno

Nasce Sirena Yachts, una linea di explorer

Nasce Sirena Yachts, una linea di explorer
«Un vero explorer. Con prestazioni introvabili sul mercato e che rispondesse alle esigenze di un armatore che vuole davvero vivere il mare e navigare. Così, con l’esperienza maturata nella costruzione di 250 imbarcazioni a motore e un centinaio a vela, e visto che ci piacciono le sfide, abbiamo creato Sirena Yachts».

Federico Martini, partner italiano del cantiere Sirena Marine, riassume il nuovo brand che, alle flotte veliche Azuree ed Euphoria, affianca ora la linea motore Sirena Yachts. Questa si presenta con due modelli, il Sirena 56 e il Sirena 64.

«Il nostro progetto di yacht», spiega Martini, «si fondava su importanti contenuti d’ingegneria navale. La linea Euphoria (comprende il 54, il 68 e l’84 piedi, ndr) è firmata da Germán Frers. Gli abbiamo così sottoposto la nuova idea. Ha subito accettato».

L’APPORTO DI GERMAN FRERS

Frers, non nuovo a interventi nel motore, si è quindi cimentato per la prima volta non con megayacht da 80 metri, ma con il difficile compito di dire qualcosa di nuovo in un settore molto affollato. E il “mago” argentino ha sviluppato una carena dual-mode veramente efficiente che per il Sirena 64 significa velocità massima di 27 nodi e per entrambi i modelli consumi di circa il 30 per cento inferiori a imbarcazioni delle stesse dimensioni.

«A questo», spiega Martini, «si aggiunge un range da vero explorer. Per il Sirena 64, siamo infatti nell’ordine di 1300 miglia». Germán Frers non si limita alla carena, ma firma anche l’exterior design dei nuovi Sirena Yachts caratterizzati dalla sovrastruttura (in fibra di carbonio) completamente vetrata e da grandi spazi aperti. Sia sul flybridge, dove gli ospiti hanno a disposizione 38 metri quadrati, sia in pozzetto e soprattutto nel living all’aperto di prua.

Nasce Sirena Yachts, una linea di explorer
Il Sirena 64 in navigazione.

 

SPAZIO E PICCOLI LUSSI

«Uno spazio unico» sottolinea Ipek Kirac, giovane amministratore delegato di Sirena Marine. «E non solo per dimensioni, ma anche in termini di vivibilità e privacy. Oltre al fatto che sul 64 è possibile installare una jacuzzi. Nessun altro può proporre questa soluzione che davvero distingue i primi due Sirena Yachts».

Ma quanto a tratti fortemente distintivi gli explorer di Sirena Yachts hanno dalla loro la firma di Tommaso Spadolini che ha sviluppato l’interior design. «L’italian style è un importante valore aggiunto» prosegue Kirac. «Siamo un’azienda europea. Il nostro cantiere è in Turchia, per Sirena Yachts abbiamo il contributo di un famoso designer argentino e della vasca navale inglese di Southampton dove è nata la carena.

Nasce Sirena Yachts, una linea di explorer
Gli interni luminosi ed eleganti del Sirena 56.

AMBIENTI LUMINOSI

Per l’interior design volevamo un italiano e Spadolini ha dato il suo contributo a 360 gradi». Il segno del designer toscano è chiaro nel décor e nell’organizzazione degli ambienti ampi, ariosi e luminosi. Non solo nel living sul main deck dotato di finestrature panoramiche, ma anche al ponte inferiore con le due soluzioni con tre o quattro cabine e l’armatoriale che sul 64 si sviluppa su ben 24 metri quadrati di superficie. «Interni ed esterni dove vivere comodamente il piacere dell’andar per mare», conclude Federico Martini. L’appuntamento è al Boot di Düsseldorf e al Miami Boat Show dove verranno svelati rispettivamente il Sirena 64 e il Sirena 56.

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Aston 66M: ecco la coupé del mare, disegnata da Enrico Gobbi
Dalle regate al militare, le mille e una barche di Gianluca Adragna
I cervelloni della Coppa America: la tecnologia auto a servizio della vela
Chiudi