Una regata di prova con il nuovo fast cruiser NM 38: ecco le sue caratteristicheTempo di lettura: 5'

0

Quale modo migliore di una sfida tra le boe per testare un moderno fast cruiser? Noi lo abbiamo fatto con NM 38. Vi raccontiamo com’è andata e le sue caratteristiche

di Giacomo Baldassari

nuovo fast cruiser NM 38: ecco le sue caratteristiche

Le vie della progettazione navale sono infinite. Lo sa bene Maurizio Cossutti, una delle matite più autorevoli dell’ORC International. In perfetta sintonia con lo spirito di questa stazza, Cossutti Yacht Design e il cantiere NM Yachts hanno realizzato l’NM 38. È un racer-cruiser che abbina ottimi spunti velocistici alla vivibilità di una barca da crociera. L’ho provata durante una practic race dell’Invernale di Riva di Traiano. Ecco le sue caratteristiche e le prestazioni in regata.

Il racconto della giornata

Alle 9.30 sono arrivato al porto turistico già in fermento. Chi gonfia le grandi boe gialle, chi piega le vele. Chi stende le cerate bagnate e chi regola la tensione delle sartie, sospeso a mezz’aria con il bansigo. Le condizioni meteo erano ideali: lo scirocco soffiava già a 15 nodi mentre un’onda formata da Sud frangeva borbottando sulla diga foranea. Pino Stillitano, titolare del cantiere con alle spalle 150.000 miglia di navigazione nei mari di tutto il mondo, mi ha accolto a bordo.

Pregi di NM 38

  • Facilità di conduzione
  • Piano di coperta ben studiato

Difetti

  • Posizione dell’antisdrucciolo sulla tuga
  • Ingresso al bagno un po’ stretto

LA PRIMA IMPRESSIONE CONTA

Sono stato colpito dal look corsaiolo e minimalista della sua nuova creatura. Ha uno scafo poco slanciato color canna di fucile metallizzato, coperta bianca e modanature di plexiglas sui lati della tuga. Anche il nome della barca suonava spaziale. “Si chiama Darthmilla – ha raccontato Antonello Piancastelli, il suo armatore. – Milla infatti è la mia prima barca e Dart il mio personaggio preferito di Star Wars”.

Costruzione

La filosofia progettuale che ha ispirato Maurizio Cossutti nella realizzazione dell’NM 38 è orientata tanto alla regata quanto alla crociera in famiglia. La metodologia costruttiva è all’altezza degli obiettivi progettuali. Lo scafo e la coperta sono realizzati in sandwich di PVC con pelli unidirezionali-biassiali di vetro, laminate con resina vinilestere o epossidica (a richiesta). Il ragno di rinforzo è stato costruito in vetro e carbonio per garantire maggiore rigidità strutturale contenendo i pesi. Le paratie sono in compensato marino fazzolettate a scafo e incollate alla coperta. Fanno eccezione le paratie anticollisione di prua e di poppa. Queste infatti sono in composito eseguite con le stesse tecniche di scafo e coperta, per mantenere leggere le estremità e ottimizzare il passaggio sull’onda. La chiglia e il siluro sono in fusione monolitica di piombo e antimonio, mentre una struttura profilata in acciaio funge da rinforzo stesso e collega la parte alare al siluro.

Caratteristiche della coperta

Il piano di coperta, che prevede varie possibilità di customizzazione, è un ottimo compromesso tra funzionalità e comodità. Anche in questo caso c’è una sorta di ambivalenza, così da accontentare sia i regatanti sia i crocieristi. Gli osteriggi sono realizzati a filo e le bitte a scomparsa sono state avvitate sulla falchetta strutturale in resina epossidica. I passavanti sono puliti: le rotaie e il quicker del genoa sono posizionati all’estremità della tuga. La regolazione manuale dello strallo si può effettuare dall’ampio gavone dell’ancora mentre i meccanismi della timoneria Jefa e i rinvii del paterazzo, che sbuca ai piedi della colonnina, sono ispezionabili dal gavone poppiero, posizionato alle spalle del timoniere. In pozzetto ho trovato due comode panche, pensate anche per la crociera. Il trasto della randa è ribassato e incassato a filo per eliminare ogni impedimento e agevolare il passaggio.

Caratteristiche degli interni

La disposizione degli ambienti interni ricalca lo schema tradizionale cui siamo abituati. C’è quindi un letto a “V” a prua di oltre due metri di lunghezza e due cabine matrimoniali ricavate sotto le panche del pozzetto. Importanti, soprattutto se penso al tipo di barca sul quale mi trovo, sono gli spazi di stivaggio. Bagno, carteggio, dinette e cucina a murata sono posizionati a centro barca (anche per una questione di pesi, fondamentali in regata).

Mobili e finiture

Gli spazi sottocoperta, ben arieggiati dai punti luce della tuga, prevedono mobili in essenza di teak bianchi e color legno. Grazie alla disposizione laterale del divano e della cucina, un ampio piano di calpestio facilità gli sposta-menti delle persone e lo stivaggio dei genoa di rispetto quando ci si trova in regata. Sempre in funzione della facilità di movimento, il tavolo può essere disponibile anche ad al abbattibili. Sono presenti, inoltre, una mensola a tutta parete e un armadio con vani portaoggetti.

nuovo fast cruiser NM 38: ecco le sue caratteristiche
Il passaggio sgombro a centro barca (eccezion fatta per l’albero passante) consente di muoversi agevolmente. In più la mancanza di spigoli vivi è una garanzia di sicurezza.

A vela

Provare una barca da corsa tra le boe è il miglior modo di saggiarne le qualità nautiche. Per l’occasione, oltre a un timoniere e un randista d’eccezione, quali Stillitano e Cossutti, è salito a bordo anche Francesco Cruciani. È l’ex sail designer di Mascalzone Latino, determinante nel setup dell’albero (un John Mast in alluminio a due crocette). Issati randa e genoa 3, la barca ha raggiunto subito la velocità target, navigando tra i 6,7 e i 7,3 nodi. Il passaggio sull’onda è stato potente e privo di beccheggio, a conferma di una buona disposizione dei pesi. Abbiamo effettuato uno speed test con un Mumm 36, che ha bordeggiato con noi dallo start alla boa di bolina.

Gara di velocità

La velocità delle due imbarcazioni era identica sotto raffica mentre, nei cali d’aria, l’NM 38 guadagnava in termini di passo e di angolo. A conferma della bontà della carena e delle linee d’acqua, l’uscita dalle virate e dalle strambate è stata abbastanza veloce. Infatti in una ventina di secondi si è riattestata sui valori che erano previsti dalle polari. Una volta issato lo spinnaker, Dartmilla ha iniziato una cavalcata tra le onde con surfate che hanno superato i 10 nodi. “Il baglio massimo accentuato rende la barca molto divertente alle andature portanti – ha spiegato Stillitano. – Al di là delle prestazioni, l’NM 38 è un’imbarcazione stabile e scorrevole, che perdona anche gli errori dei timonieri meno esperti”.

nuovo fast cruiser NM 38: ecco le sue caratteristiche
PENSATA PER REGATARE. Il timone a ruota domina il pozzetto del nuovo NM 38 e consente una perfetta visuale al timoniere. Si intravede a filo coperta il trasto della randa.

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Come funziona l’autopilota. Sicuro di saperlo usare?
Dufour 445 GL: niente di meglio per la crociera. Ecco le caratteristiche
Yachts e attici: Enrico Gobbi e il suo Team For Design studio
Chiudi