Oyster 575: tutto cambia, niente cambia. Caratteristiche del 57 piedi ingleseTempo di lettura: 2'

0

L’Oyster 575 è il perfetto esempio di equilibrio tra innovazione e tradizione, tra comodità e prestazioni. Ecco le sue caratteristiche

di Luca Oriani

oyster 575 caratteristiche
Il nuovo diciassette metri del cantiere inglese è un meraviglioso esempio di come si può abbinare l’alta tecnologia all’innovazione, mantenendo intatto il fascino che ha reso il marchio Oyster un mito
Una caratteristica tipica dei grandi marchi è quella di lanciare nuovi modelli cambiando (quasi) tutto rispetto al passato, rimanendo però fedeli alla propria immagine. Così si creano i miti. In campo automobilistico ci riescono icone come Porsche, Ferrari, Aston Martin. Nella nautica questa magia dell’innovazione totale nella continuità, riesce a pochi. Tra questi c’è Oyster, il cantiere inglese che ha contribuito a reinventare la coperta con pozzetto centrale e il salone interno con vista mare. Ecco le caratteristiche del nuovo Oyster 575.
oyster 575 caratteristiche
Opera di Rob Humpreys, uno dei progettisti di punta in questo momento, le linee d’acqua consentono all’Oyster 575 di raggiungere performance di alto livello.

IL NUOVO OYSTER 575

È uno dei migliori esempi di questa miscela dove l’equilibrio tra innovazione e tradizione si fonde perfettamente. Come sanno fare i grandi cuochi che reinventano i piatti della tradizione culinaria, modificandoli radicalmente senza che, apparentemente, ce ne si accorga. Questa bellissima barca da crociera d’altura è ricchissima di alta tecnologia. Inoltre fa un netto salto in avanti rispetto ai gloriosi modelli che l’hanno preceduto, il 55 e il 56.

Prestazioni di altissimo livello

Basta guardare le linee d’acqua disegnate dall’inglese Rob Humpreys, uno dei progettisti di punta del momento, per capire che questo diciassette metri offre prestazioni ad altissimo livello. All’insegna della tradizione e della sicurezza c’è, ad esempio, il timone: sembra quello d’altri tempi, con un lungo skeg che lo sorregge. Anche la costruzione mantiene canoni di grande solidità, ma abbonda l’uso di kevlar e carbonio come rinforzo alle sollecitazioni, alla ricerca di una leggerezza che consente migliori prestazioni e un più alto comfort di navigazione.

Ottimo anche se si ha poco equipaggio

Un altro passo in avanti Oyster lo fa nella ricerca del massimo comfort sopra e sottocoperta, abbinato a una facilità d’uso a vela e a motore che permette di condurre questo 57 piedi con un equipaggio ridotto, senza la necessità di avere un marinaio a bordo. E adesso guardatevela con attenzione, questa barca lo merita.
Confronta Oyster 575 con le caratteristiche di Oyster 625.

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Quiz Vela, c'è un uomo in mare. Cosa fare?
Nuovo Grand Soleil 50: quando l’unione fa la forza
Xc 50: un quindici metri con le caratteristiche per ogni mare del mondo
Chiudi