Oyster 625, per chi vuole navigare senza problemiTempo di lettura: 2'

0

Per la crociera con la famiglia e con gli amici, il cantiere inglese Oyster presenta un 19 metri dal design innovativo. Tutte le caratteristiche di Oyster 625

Un design innovativo, che riprende gli elementi di successo dei suoi predecessori, ma che al tempo stesso permette di migliorare le prestazioni in navigazione e il comfort a bordo. Rob Humphreys ha progettato per il cantiere inglese Oyster un nuovo 62 piedi semplice a gestire come uno scafo di appena 12 metri, con un’ampia cabina armatoriale che sfrutta tutta la larghezza delle sezioni poppiere e una deck house luminosa e rinnovata nel layout.

oyster 625 caratteristiche
In alto, un’immagine rendering dell’Oyster 625. Sotto, come risulterà la zona living di questo 62 piedi.

Le caratteristiche di Oyster 625

Dalle scalette a poppa si accede alla coperta, suddivisa in tre aree funzionali: all’estremità un’ampia zona prendisole o da dedicare allo svago, larga due metri e profonda 2,2 metri. Più avanti la zona timoneria, con le due torrette laterali su cui sono montate le ruote del timone, verso la quale confluiscono le manovre principali. Lo spazio centrale permette di accedere agevolmente al pozzetto, ben protetto dalla tuga. Qui si sviluppa la caratteristica finestratura a 270 gradi, che da sempre contraddistingue i modelli del cantiere inglese.

La prua

A prua dell’albero troviamo un’ampia zona libera da intralci, adatta per il ricovero del tender quando si è in navigazione. Puliti e sicuri i passaggi verso prua che consentono di navigare in totale sicurezza anche con la famiglia. A differenza degli altri modelli, la continuità del bianco delle murate è spezzata da tre finestrature verticali che creano un piacevole effetto luce nella deck house. Alla cabina armatoriale di poppa si aggiungono le due di prua e una quarta cabina che, a scelta dell’armatore, può essere attrezzata come stanza dei bambini, degli ospiti o come laboratorio.
Dati tecnici: lft 19,32 m, larg. 5,44 m, pesc. 2,82 m, disloc. 33,5 t. Oyster Marine, www.oysteryachts.com
 

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Randa Boys Cup, regata e lezioni per i giovani velisti under 14
Il nuovo porto di Cecina sarà green e autosufficiente
Buona la prima: Wave Group vince la prima tappa di TOD GP 2010
Chiudi