Ecco Pachamama: foto e caratteristiche del nuovo fast BagliettoTempo di lettura: 4'

0

Pachamama è il nuovo 43 metri di Baglietto. Primo fast del marchio, segna un vero e proprio salto in avanti della linea. Ecco le sue caratteristiche e le foto degli interni

Pachamama: foto e caratteristiche
Baglietto. Ovvero barche plananti, veloci, eleganti. Da sempre. Una firma inconfondibile che prosegue nei modelli del nuovo corso del cantiere che, dal 2012, fa parte del Gruppo di Beniamino Gavio. E, a segnare il nuovo corso, è il 43 metri Pachamama. Ecco caratteristiche e foto.

Un nuovo inizio

Pachamama è il primo yacht interamente costruito nel cantiere di La Spezia e primo della nuova linea Fast. «Uno yacht che per noi significa moltissimo», spiega Michele Gavino, direttore generale di Baglietto. «Non solo perché segna la ripartenza del cantiere, ma per i suoi contenuti tecnici e ingegneristici, il nuovo modo di progettare, di costruire, di assemblare gli arredi.

Anche di concepire la sala macchine non solo dal punto di vista tecnico. Un salto in avanti davvero notevole. Abbiamo impiegato due anni, meno del previsto, per costruirlo e l’interesse che suscita ci conferma nell’essere davvero soddisfatti».
Pachamama: foto e caratteristiche

«Il nostro compito è stato reinterpretare una storia passata», spiega Francesco Paszkowski che firma la linea Fast e l’exterior e interior design di Pachamama. «Abbiamo così creato elementi stilistici contemporanei da abbinare alla forte identità e alla tradizione del cantiere. Il risultato è uno yacht dalla configurazione snella, con una sovrastruttura compatta, leggera e aerodinamica».

Le caratteristiche distintive

Organizzato su due ponti (e mezzo) più il fly, Pachamama ha alcune caratteristiche che, oltre alle cinque cabine (suite armatoriale compresa) al ponte inferiore, lo distinguono. Sono i volumi importanti, ampi spazi interni ed esterni, grande luminosità degli ambienti. Un aspetto evidenziato nella fascia scura, tutta a vetri, che da poppa a prua percorre la sovrastruttura.

Per gli spazi esterni, spiega Paszkowski: «Sopra il garage di prua, è stata creata per la prima volta un’area relax di dimensioni notevoli, con vasca idromassaggio, che aumenta gli spazi all’aperto». Spazi open air che comprendono, oltre alla terrazza sul fly di 75 metri quadrati, il pozzetto di poppa dove la zona conversazione può essere chiusa con un sistema di tende che assicurano privacy.
Pachamama: foto e caratteristiche
Il design degli interni è all’insegna di una rigorosa linearità enfatizzata dall’utilizzo di pochi materiali

Pachamama: foto e caratteristiche
Elementi stilistici contemporanei si abbinano alla forte identità del cantiere

Vivere tranquillamente il proprio yacht era l’esigenza dell’armatore di Pachamama

«Uno yacht da usare con la famiglia» spiega Paszkowski. «Con grandi spazi conviviali da vivere con gli ospiti». E la risposta di Paszkowski per gli interni, realizzati in collaborazione con Margherita Casprini, è stata privilegiare la zona giorno dedicandole tutto il main deck.

Così, dall’ingresso dal pozzetto si succedono il bar, la zona conversazione e quella pranzo, collegata direttamente con cucina e dinette equipaggio: una vera country kitchen. Spazio che però, porte scorrevoli e un pannello che cala dall’alto, permettendo di separare e dividere per avere una dinning room privata.

I materiali

L’arredo del main deck, e di tutto lo yacht, è lineare e leggero. Pochi i materiali utilizzati, ma “giocati” in differenti combinazioni o finiture come, per esempio, i quadrotti di teak, unica essenza di bordo, disposti con la fiamma orientata in modo diverso a creare veri e propri disegni.

Gli altri materiali sono la pietra naturale (limestone silk) per i pavimenti, i top dei bagni e i top di alcuni mobili e il cuoio color testa di moro con cuciture a vista abbinato al teak nella struttura dei mobili.

Da questa impostazione si stacca la plancia, tutta color antracite, a rappresentare il cuore tecnologico della barca. Un cuore che ha alle spalle una sorta di playroom da cui seguire la navigazione o rilassarsi grazie ai sistemi di entertainment di Teamitalia e Videoworks.

Arredi e firme

Agli arredi disegnati custom si abbinano poi nei vari ambienti componenti di design come Flexform nel salone, Minotti nella sala da pranzo, Poliform nella suite armatoriale. Per l’illuminazione i marchi sono invece quelli di Oluce, Venini e Flos. Mentre Roda e Tribu arredano gli esterni.

Una serie di scelte che si inseriscono nella ricerca di quella unità che per Francesco Paszkowski costituisce lo spirito di Pachamama: «L’unità dell’esterno e dell’interno come parti di un unico insieme. Un principio fondamentale da seguire in ogni progetto, che dovrebbe risultare emozionante all’esterno, accogliente all’interno».

Uno sviluppo conseguente che si unisce a un altro elemento distintivo di ogni Baglietto: «La velocità e la stabilità. Due elementi importantissimi e distintivi che abbiamo appieno rispettato su Pachamama», conclude Michele Gavino.


 

Related Post

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Nuovo Lay 46: ecco le caratteristiche del nuovo progetto di Franck Neubelt
Un nuovo rig con doppi alberi per il 77 metri firmato Mathis Rhul
Poseidon, uno yacht da 44 metri pensato da Enrico Gobbi per girare il mondo
Chiudi