Il Range Rover convertibile di Odo Fioravanti, tra surf e freerideTempo di lettura: 4'

0

Odo Fioravanti, designer milanese vincitore del Compasso d’Oro, interpreta Range Rover Evoque convertibile declinandola in stile freeride

Giuliana Fratnik
Il Range Rover convertibile di Odo Fioravanti, tra surf e freeride
Immaginatevi un SUV, anzi un luxury SUV convertibile. Immaginatelo esposto nel bel mezzo della Design Week Milanese abbinato a un innovativo concept di freeride. Ora provate a dire chi sono i protagonisti di questa storia. I loro nomi sono Odo Fioravanti e Range Rover Evoque Convertible.

ODO FIORAVANTI: IL DESIGNER COMPASSO D’ORO

Il convertibile incarna l’apologia del SUV, ma declinata in versione open. Il FreeRide, invece, è la geniale trovata di un designer milanese bravo, molto bravo (ha anche vinto un Compasso d’oro). Una coppia che sarebbe stato difficile assortire meglio.

Dalle sedie ai gioielli, passando per l’abbigliamento da lavoro e le borse da donna, Odo Fioravanti ha disegnato di tutto. È senza dubbio un designer a 360 gradi, uno di quelli che, ancora, si ostinano a coniugare la parola design con il suo aggettivo più famoso: industrial. Il design contemporaneo, fatto di immagini e narrazioni spesso fine a se stesso affascinano Odo. Ma lui lo tiene ai margini, come si fa con l’amico scavezzacollo che si osserva senza imitare. E le nuove sfide lo avvincono, soprattutto se lo portano in territori mai esplorati prima.

IL PROGETTO FREERIDE

Il Range Rover di Odo Fioravanti, tra surf e freeride
Il wireframe di Evoque Convertible esposto alla Design Week.
In queste immagini, la lavorazione del surf

Il suo progetto FreeRide per Evoque ha stracciato i concorrenti, anche quelli in vetta alla top ten. Così è stato scelto dalla Casa automobilistica inglese per il posizionamento della nuova Evoque Convertible. Per questa, Fioravanti ha disegnato un longboard per l’asfalto, uno snowboard e una tavola da surf che rappresentano la libertà, il movimento e l’azione di cui Evoque Convertibile si fa interprete. Insomma, che la scelta di Land Rover sia caduta su Odo Fioravanti non è stato un fatto casuale.

Andy Wheel

IL COMMENTO DEL CHIEF DESIGNER

«Nel passato i nostri prodotti erano molto più legati al design industriale di quando non lo siano oggi», spiega Andy Wheel. In Land Rover, Wheel è Chief Designer for Exterior Design Realization. «Negli ultimi anni, invece, abbiamo cercato di estendere il linguaggio del design per creare oggetti che, pur mantenendo come obiettivo primario la funzionalità, non solo fossero divertenti, ma che lo sembrassero anche. Nel caso di Evoque Convertible avevamo bisogno di lanciare un messaggio forte. Volevamo convincere la gente che con una macchina così si possono raggiungere territori prima neppure immaginati. E l’idea del freeride di Odo ci è sembrata perfetta per veicolare questo messaggio».

AMORE AL PRIMO SGUARDO

«Appena l’ho vista ho immaginato di caricarci sopra il surf e partire, libero di vivere nuove avventure. La vettura stessa e la mancanza del tetto la fanno assomigliare a una tavola, fatta per essere cavalcata più che guidata», racconta Fioravanti seguendo il film che scorre nella sua testa. «Il mio concept è nato così, sull’istinto di una sensazione e sui ricordi di quando i longboard e gli snowboard li usavo davvero», conclude. Il resto è opera del suo estro e della sua creatività.

Il Range Rover convertibile di Odo Fioravanti, tra surf e freeride

SURF MARCHIATI LAND ROVER?

Ma il risultato è talmente affascinante e il successo ottenuto così eclatante che in Land Rover non escludono in futuro di mettere le tre tavole in produzione, brandizzate con il logo della Casa. Perché tra i visitatori della Design Week sono stati davvero in tanti a chiedere se quei prodotti sarebbero stati commercializzati.

L’impatto dell’allestimento, del resto, era notevole. La macchina e le tre tavole sono state presentate su superfici inclinate che si fronteggiano, contornate da un videomapping evocativo a creare una sorta di dialogo tra i tre progetti e la vettura che li ha ispirati. La sorpresa di vedere un SUV convertibile e il fascino dei progetti di Odo Fioravanti hanno fatto il resto.

«Un SUV convertibile è sicuramente una sorpresa per i fedelissimi del marchio» concordano Wheel e Fioravanti. «Ma il vero design innovativo, è quello capace di spingersi oltre i confini prestabiliti. Non è solo inventare qualcosa di nuovo ma di migliore, di più comodo e funzionale per le persone che lo utilizzeranno».
E le persone che lo hanno visto, adesso lo vogliono.

 
Il Range Rover convertibile di Odo Fioravanti, tra surf e freeride
Sopra, l’installazione con Evoque Convertible e tavole alla design week. A fianco: le tre tavole e il wireframe della vettura

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
JFA Yacht lancia un nuovo Fast Cruiser leggerissimo
Ecco i porti di domani: 8 marina in costruzione
Foresti & Suardi punta su legno e ottone per i mobili outdoor
Chiudi