Regate Pirelli, ecco la classifica e i premi assegnatiTempo di lettura: 4'

0

Le Regate Pirelli sono una vera festa della vela. Peccato, quest’anno, non avere invitato le barche più piccole. Ecco la classifica: la Coppa Carlo Negri vinta da Alberto Fusco

Regate Pirelli, ecco la classifica e i premi assegnati
Un bell’ingorgo in partenza, ma i protagonisti sembrano divertiti; dopo tutto, le Regate Pirelli sono una grande festa.

Le Regate Pirelli hanno visto sfidarsi nelle acque di Santa Margherita 100 imbarcazioni. Un leggero calo di affluenza rispetto alla scorsa edizione (107 partenti), derivante probabilmente dalla decisione di escludere dalla manifestazione le barche al di sotto dei 33 piedi. Pare che Eolo, da qualche anno a questa parte, abbia deciso di risparmiare ai regatanti le lunghe ciondolate in attesa di un vento che nel “Golfo dei Nesci” si è sempre fatto desiderare. Ma ecco la classifica e i premi assegnati.

La classifica

Quattro prove in altrettanti giorni di regata sono bastate ad Alberto Fusco, sull’X-35 Hotelplan-Spirit of Nerina, per alzare al cielo la Coppa Carlo Negri, riservata al vincitore nella categoria più numerosa (quest’anno il gruppo B Irc, con 48 barche). Al secondo posto, Marcello De Gasperi sul J 109 Fremito D’Arja, che ha preceduto Marcello Maresca, armatore dell’A35 Just a Joke.

Vittorio Ruggiero, a bordo dello Swan 45 Talj, si è aggiudicato la vittoria nel gruppo A Irc, davanti ai due Swan 42 Cuordileone di Leonardo Ferragamo e Natalia di George Brailoiu.

Il segreto di Vittorio Ruggiero

“Ci siamo preparati in fretta a questo evento”, racconta Ruggiero, imprenditore romano di 47 anni, “perché abbiamo deciso all’ultimo di partecipare. Abbiamo regatato bene, in tranquillità, ed è arrivato il risultato”.

Il segreto del successo, per Ruggiero, sta nell’armonia che si deve creare a bordo: “In barca con me non devono mai mancare mio padre Ferdinando (che ha 77 anni, ndr) e la nostra team manager, Anna Sargenti. In tre cerchiamo di trasmettere all’equipaggio il nostro affiatamento, e il resto viene da sé.

Quest’anno poi abbiamo potuto contare sul genio tattico di Tommaso Chieffi e sulla bravura, alla randa, di Jacopo Pasini, una giovane promessa”. Ruggiero ha deciso di affiancare allo Swan 45 un Laser SB3: “Amo la monotipia, e la classe Swan 45 ultimamente fatica a trovare unità: speriamo nel futuro”.

In Irc lo Swan 60 Emma di Johnann Killinger ha vinto sul Fy 61 Itacentodue di Adriano Calvini e Maya di Lucio Crispo.

Eugenio Ruocco

PROTAGONISTI IN TIGULLIO

A sinistra, lo Swan 45 Talj di Vittorio Ruggiero, vincitore delle Regate Pirelli nel Gruppo A con a bordo il tattico Tommaso Chieffi. Sotto, da destra: il maxi BMW Drive&Sail, che ha regatato con a bordo i 10 vincitori del concorso “Con BMW e Mauro Pelaschier alle regate più belle del Mediterraneo”; lo Swan 60 Emma che ha vinto nel Gruppo 0; la flotta in navigazione di poppa davanti a Portofino.

3 posto: Avoltore

Avoltore, di Massimo Mariotti, con Francesco Cruciani al timone, si è classificato al terzo posto (primo degli italiani) nella classe J24 in occasione della 24esima edizione di Pasquavela di Porto Santo Stefano, alle spalle del brasiliano Bruschetta di Mauricio Santa Cruz e del tedesco Rotoman di Jan Marc Ulrich.

Nelle altre classi, vittorie di Flockete (Comet 21) di Alessandro Di Ciaccio, Swanted (Swan 45) di Stefano Piccolo (IRC 1), Lancelot (X 412) di Leandro Cencetti (IRC 2), Vai Mò ( X 37) di Fabrizio Pianelli (IRC 3 e ORC 2), Diabolika (Proto) di Stefano Pennacchini (IRC 4) e Cronos 2 (Grand Soleil 42) di Valerio Battista (ORC 1).

Fra Diavolo

Il Mylius 14e55 di Vincenzo Addessi si è imposto nella classe ORC 1-2 della 16esima edizione del Trofeo Punta Stendardo di Gaeta. In ORC 3-4 vittoria del nuovo NM38S Scugnizza di Vincenzo De Blasio. Nelle classi IRC 1-2 e 3-4, successi rispettivamente del First 45 Vahiné di Daniela e Francesco Raponi e del Vismara 34 Vlag di Salvatore Casolaro.

Ulika

Lo Swan 45 di Andrea Masi, ha vinto in IRC 1-2 il 28esimo Trofeo Accademia Navale e Città di Livorno. Nelle altre classi, vittorie del First 34.7 Faster di Francesco Focosi (IRC 3-4), dell’NM38 Scugnizza di Vincenzo De Blasio (ORC B) e del Vrolijk 57 russo Phoenix di Sergey Grishin (ORC A). Tra gli X 35 successo al debutto di Readysea di Roberto Gradnik e tra i J 24 di Bruschetta del brasiliano Mauricio Santa Cruz.

Athiris&C

Il Grand Soleil 43B di Sergio Taccheo ha vinto in ORC 1-2 la 37esima Regata dei Due Golfi di Lignano Sabbiadoro, precedendo il GP42 Airis di Cesare Bressan e l’M45 Horus di Nadia Canalaz. In ORC 3-4 successo del Dufour 40E Isla Bonita 2 di Bruna Fornasier, davanti al Grand Soleil 37B Sagola di Fausto Pierobon e l’X 37 Minox di Alberto e Giulio Altieri. In IRC, vittoria del First 34.7 First of All di Manuel De Faveri.

> > TROFEO LIONS CLUB

Che stress questo Ghislanzoni

Il Trofeo Lions Club Chiavari Castello, organizzato dallo Y.C. Chiavari, si è rivelato ancora un successo: 26 barche hanno regatato nel Tigullio a scopo benefico per l’ospedale pediatrico Gaslini di Genova. Negli Irc, ha vinto il “solito” Giancarlo Ghislanzoni con il J 133 Chestress 2, premiato anche con il Trofeo Lions per il primo in tempo reale. Negli Orc, trionfo per Baciottinho di Giuseppe Tadini, tra i Libera per Zerag IV di Giorgio Raggio e tra i J 80, Jeniale! di Massimo Rama. (E.R.)

 

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Garda Optimist, la regata più grande del mondo
Il Range Rover convertibile di Odo Fioravanti, tra surf e freeride
JFA Yacht lancia un nuovo Fast Cruiser leggerissimo
Chiudi