Salona 41: assetto sportivo e interni personalizzabiliTempo di lettura: 4'

0

Ecco il nuovo Salona 41, un 12,50 metri dall’assetto sportivo con interni customizzabili. Comodo e facile da manovrare, anche con poco equipaggio

salona 41

Ecco il nuovo Salona 41, 12 metri e mezzo del gruppo J&J. J&J, l’house team di sviluppo Salona e con il contributo di Maurizio Cossutti, ha realizzato questo dodici metri e mezzo performante. È costruito utilizzando fibre di vetro triassiali, così da garantire rigidità torsionale e un’alta resistenza. Uno chassis in acciaio garantisce ulteriore rigidità e consente di distribuire i carichi di lavoro.

Pur avendo un innato spirito sportivo, il Salona 41 può essere governato anche da un equipaggio ridotto grazie al corretto posizionamento delle manovre e soprattutto dei winch. Il potente piano velico prevede un avvolgifiocco a filo coperta per sfruttare al massimo il genoa al 140%. È quindi pensato per divertirsi anche in situazioni di brezze leggere.

Interni

La sorpresa principale si trova però internamente, con quattro diversi layout proposti dal cantiere. Quello standard prevede una cucina a L a sinistra, fronteggiata dalla zona carteggio a dritta. La dinette sfrutta invece due divani a murata e un tavolo con ali abbattibili. Due, sempre nella versione standard, le cabine previste, alle quali si aggiunge un capace spazio di stivaggio.

Da notare l’arredamento in compensato marino: una scelta che siamo abituati a vedere su barche più tranquille e che stupisce favorevolmente. Tutto questo in attesa, nella primavera del prossimo anno, del Salona 60, che diventerà la nuova ammiraglia del cantiere e della quale trovate qui sotto il primo rendering.

Dati: lung. 12,50 m; larg. 3,84 m; disl. 7200 kg, sup. vel. 111 mq.

Il piano velico è potente, ma l’intelligente disposizione delle manovre permette di manovrare in due

Sono ben quattro i layout interni proposti dal cantiere croato, con un notevole utilizzo di legni.

Prime prove in acqua per il Tartan 4000

Abbiamo seguito la sua costruzione sul blog del cantiere americano (tartandesignblog.com), ora il Tartan 4000 è in acqua. La linea è quella che ha caratterizzato anche il Tartan 3700: una tuga marcata dalle linee “d’antan” che si coniuga a materiali modernissimi come il carbonio. L’altezza della tuga ha permesso di ottenere spazi interni impressionanti e classici, dove spicca il notevole utilizzo del legno. Due le cabine doppie. Dati: lung. 12,41 m; larg. 3,96 m; sup. vel. 82,82 mq.


L’apertura della prova dell’Azuree 33, apparsa sul numero di Aprile de Il Giornale della Vela.

Il pozzetto dell’Azuree 33 non è stretto

Ci siamo cascati. Nel numero di Aprile abbiamo pubblicato la prova dell’Azuree 33. Mentre nel testo vi descrivevamo la facilità di muoversi in pozzetto anche nei momenti di manovra concitata, nell’indicare i difetti della barca abbiamo erroneamente segnalato “Spazio in pozzetto ridotto”. Un controsenso dovuto a un problema in fase di impaginazione. Il classico “refuso”, terrore dei giornalisti!

ANTEPRIMA

È arrivata la “Super…star”


Scenderà in acqua alla fine di agosto Superstar, il nuovo 33 piedi disegnato dallo studio di Luca Brenta in costruzione presso il Cantiere Galetti di Sirmione del Garda. L’armatore, un esperto di Star, ha chiesto una barca in grado di raggiungere le massime prestazioni con una configurazione gestibile in una/due persone.

A differenza della sua gamma B Yacht, in questo caso Brenta ha lavorato per definire un barca più leggera, con meno superficie bagnata e con la maggior superficie velica. Il risultato è una barca con volumi poppieri importanti, una canting/lifting keel e un piano velico che prevede una randa imponente, un fiocco piccolo e la possibilità di gestire le volanti con degli attuatori lineari idraulici. Tra i materiali costruttivi notevole l’uso di carbonio pre-preg e sandwich di Nomex.

Dati: lft 10 m; larg. 2,60 m; disl. 1650 kg.

 

ANTEPRIMA SALONA 60

La nuova ammiraglia? Nel 2012


Un progetto diverso da quello cui siamo abituati: è il Salona 60, la futura nuova ammiraglia del cantiere croato, attesa per la primavera del prossimo anno. A disegnarla Jason Ker, il progettista inglese già autore dello scafo di Shosholoza, il Team Sudafricano che partecipò alla 32esima Coppa America. Lunga più di 19 metri fuori tutto, manterrà una tuga filante e la doppia timoneria, a tutto vantaggio della comodità di spostamenti in coperta. Tra le particolarità da segnalare, il cantiere darà anche la possibilità di scegliere chiglia fissa o lifting keel, in base alle esigenze dei diversi armatori. Dati: lung. 19,20 m; larg. 5,38 m; pesc. 3,00 m; disl. 23000 kg; zavorra 9500 kg.

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Caratteristiche Barche
E adesso naviga! Ecco il nuovo Felci 44 Ocean Cruiser
Hanse 445: caratteristiche e prestazioni di una barca fatta su misura
Azuree 33: pensato per l’oceano. Ecco le caratteristiche
Chiudi