Sanlorenzo SL 78, l’era Perotti continua all’insegna della luceTempo di lettura: 4'

0

Pur essendo l’entry level del cantiere, lo yacht Sanlorenzo Sl 78 promette le stesse emozioni che regalano i suoi fratelli maggiori. Ecco le foto

Sanlorenzo SL 78 design yacht foto, l'era Perotti continua all'insegna della luce

Per l’edizione 2017 del Salone del Mobile, Sanlorenzo ha portato “Il Mare a Milano”. L’installazione temporanea allestita negli spazi della Triennale, il Palazzo dell’Arte, centro di mostre, eventi di arte, design, architettura, ha ben rappresentato una delle caratteristiche che definiscono il cantiere navale: la ricerca di un nuovo linguaggio espressivo per la nautica. Un linguaggio che si esprime pienamente nel nuovo 25 metri entry level, lo yacht Sanlorenzo SL 78.

L’era Perotti

Da quando Massimo Perotti, personalità dell’anno 2016 secondo la giuria internazionale dei World Yachts Trophies di Cannes, ha acquisito il cantiere nel 2005, Sanlorenzo ha ottenuto risultati effettivi. Il fatturato aziendale è passato dai 40 milioni di euro del 2005 ai 300 milioni previsti per il 2017. Inoltre, secondo il Global Order Book, è ai primi posti nella classifica mondiale dei 20 maggiori costruttori di yacht per numero annuo di barche prodotte oltre i 24 metri.

Yacht a motore, più di 700 dal 1958, oggi costruiti in tre linee: SL, imbarcazioni sportive a carena planante in vetroresina da 78 a 126 piedi; SD navette semidislocanti da 92 a 129 piedi. E poi SuperYacht in metallo da 40 a 64 metri, caratterizzati da linee volutamente classiche, senza tempo, ma allo stesso tempo contemporanee.

Yacht su misura

Gli interni made in Italy e made to measure sono tutti unici, creati su misura da progetti individuali e realizzati da artigiani con materiali di qualità, secondo il gusto e le richieste dell’armatore.

Per ogni yacht si parte da una pagina bianca che sarà poi scritta e disegnata di dettaglio in dettaglio, secondo la filosofia dell’abitare il mare pensata da Sanlorenzo. Del resto, è stato il primo cantiere navale ad avviare una nuova collaborazione con il mondo del design avvalendosi del contributo di firme internazionali come quelle dell’architetto e designer Rodolfo Dordoni.

Una sensibilità che è diventata cifra stilistica dell’offerta del cantiere come testimoniano il 460 Explorer i cui interni sono firmati da Antonio Citterio e Patricia Viel e il prossimo progetto firmato da Piero Lissoni.

L’SL78 ha vinto un premio per il miglior exterior design nella categoria 24/38 metri.

Sono italiani anche gli interni e l’arredo degli yacht: Lenti, Roda, Artemide e Flexform sono alcune tra le grandi aziende che lavorano con Sanlorenzo.

Sanlorenzo SL78

L’attuale talento nell’innovazione e la capacità di connettere mondi diversi con la nautica come quello dell’arte e del design, esprimono una cultura del design che si ritrova oggi nella nuova entry level, il Sanlorenzo SL78. Un 25 metri, unico nella sua categoria, costruito per essere customizzato secondo le richieste dell’armatore.

Riconoscibile a distanza nelle sue linee esterne, ma anche nel nuovo disegno dei volumi: questo gli è valso il premio come miglior exterior design nella categoria motore, da 24 a 38 metri durante il Cannes Yachting Festival 2016, dove è stato presentato per la prima volta. L’SL78, per gli interni, è caratterizzato da ampi spazi, minimalismo e luminosità.

Tra gli elementi che caratterizzano il nuovo motoryacht c’è l’abbassamento dell’impavesata all’altezza del salone, progettata per far entrare maggiore luce dalle già ampie finestre laterali. Una soluzione architettonica che permette un’illuminazione naturale degli interni e fa sì che lo spazio sembri anche più ampio di quanto non lo sia in realtà. Non ci sono, inoltre, ostacoli a una visione d’insieme verso l’esterno.

Dettagli di luce

La scala interna, d’accesso al ponte esterno superiore, ha una struttura originale: i gradini sono fiancheggiati e sostenuti da due lastre di vetro che danno un effetto di elementi in sospeso, galleggianti. La scala porta a un flying bridge molto ben organizzato negli spazi, ampio e gestibile, uno dei migliori progetti considerate le dimensioni dello yacht.

Come per l’area di prua che, completamente ridisegnata e attrezzata con spazio prendisole e zona relax, diventa così una nuova zona social.

Lo yacht può ospitare otto persone in quattro cabine, una master suite, una cabina VIP e due cabine gemelle. Grazie alle ampie aperture, come nel salone e nell’attigua sala pranzo, le cabine sono caratterizzate da luce naturale e vista mare. I letti matrimoniali misurano due metri e i bagni sono dotati di grandi box doccia.


Le caratteristiche tecniche dell’SL78 sono le stesse dell’SL86 e di molte delle imbarcazioni di maggiori dimensioni del cantiere di Ameglia, come paglioli e soffitti flottanti che garantiscono comfort in navigazione, con riduzione delle vibrazioni e del rumore.

Un 25 metri con le caratteristiche di un super yacht.

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Anteprime: ecco Revolution, il nuovo 47 metri di Jongert
La tecnologia dei multiscafi è trasferibile al diporto?
Il nuovo 62 metri firmato CRN e Nuvolari Lenard
Chiudi