Uno yacht dal design rigoroso: Project KometaTempo di lettura: 3'

0

Splendente come una stella: quattro big del grande yachting uniti per Project Kometa

by Emilio Martinelli

Splendente come una stella: quattro big del grande yachting uniti per Project Kometa

Un esempio del rigoroso design che domina a bordo
Un esempio del rigoroso design che domina a bordo
La scala di Project Kometa
La scala di Project Kometa
La zona pranzo
La zona pranzo

Due numeri: 70 e 34. Il primo è la lunghezza in metri, il secondo la velocità in nodi con la quale potrà navigare. E quattro nomi: quelli del cantiere Heesen Yachts, di Van Oossanen Naval Architects, che ha progettato la piattaforma navale, di Espen Øenio, che ha curato l’exterior design, e di Sinot Exclusive Yacht Design, che firma l’interior design. Dall’unione di questi protagonisti dello yachting sta nascendo Project Kometa e si tratta di un nuovo traguardo per Heesen Yachts. «Fino a oggi era il 65 metri Galactica Star, il più grande yacht che avevamo costruito», spiega Mark Cavendish di Heesen Yachts. «Con Project Kometa, facciamo un passo avanti anche perché, pur utilizzando la piattaforma navale di Galactica Star basata sul Fast Displacement Hull Form, la sigla è FDHF, un nuovo concetto di carena sviluppato da Oossanen e con l’aggiunta dell’idrogetto, Project Kometa sarà più veloce».
«Lo yacht era già in costruzione quando l’armatore ha chiesto di aumentare la velocità», spiega Perry van Oossanen. «Galactica Star naviga a 28 nodi, ma raggiunge i 30. Project Kometa, più lungo, largo e pesante, è stato una sfida. Alla fine si è deciso di installare un idrogetto booster tra le due eliche sulle linee d’assi e la velocità di progetto è 34 nodi». Prestazioni che hanno in qualche modo influenzato l’exterior design. «Il sundeck è parzialmente protetto da vetrate scorrevoli», dice Espen Øino. «Ma anche se deriva da Galactica Star, il nuovo 70 metri ha un carattere preciso. Come nella linea che lega il bridge deck e il sundeck dove non ci sono sporgenze.
Inoltre, abbiamo voluto le finestrature più grandi possibile. Ma in generale, visto che l’armatore amava molto gli archi che su Galactica Star chiudono i ponti a poppa, abbiamo cercato di sviluppare ogni nuovo elemento in maniera armoniosa con quel disegno». Due scenografiche scale che salgono dal main deck, la grande piscina di poppa con tanto di cascata, il ponte di prua che è una immense zona di intrattenimento (e piazzola dell’elicottero) i punti salienti di un exterior design che offre ben 357 metri quadrati di spazi all’aperto. E con interni, come spiega Sander Sinot, che: «Devono realizzare lo spirito di un beach club itinerante. Con spazi connessi l’uno all’altro, uniti da uno stile coerente, ma ciascuno con la propria personalità e dove la luce gioca con le superfici dei diversi materiali. Che sono molti e preziosi: marmi Thassos e Calacatta, onice, pelli di galuchat, tappeti in seta e lana».
Materiali che riflettono lo stile informale e ricercato dell’armatore e un interior design che ha nella scala e nell’ascensore due esempi eclatanti di questo stile. «È un vero flusso di materiali», conclude Sinot. «Acciaio, nichel, cromature, legno, pelle: un insieme che realizza una spettacolare elisse che collega il lower deck al main deck. Qui, a prua, si trova la suite armatoriale full-beam. Il resto del ponte accoglie il living con, a poppa, una zona bar e, a prua, quella pranzo. Al centro, la zona relax con lo schermo della tv collocato tra due caminetti. Una particolarità che rende se possibile ancora più unico Project Kometa».

Il rendering della lounge
Il rendering della lounge
Il bar
Il bar
Il beach club che completa questo grande spazio
Il beach club che completa questo grande spazio

L’impostazione di “beach club navigante” si realizza nei 357 metri quadrati di spazio sui ponti all’aperto
L’impostazione di “beach club navigante” si realizza nei 357 metri quadrati di spazio sui ponti all’aperto
Gli interni, sviluppati su un’unica traccia stilistica, sono all’insegna della luce e di preziosi materiali
Gli interni, sviluppati su un’unica traccia stilistica, sono all’insegna della luce e di preziosi materiali

Related Post

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Ecco One Design Service, la “clinica” per le barche da regata
Cambiare le vele con una telefonata: l’idea di Technique Voile
Ravenna batte Fiumicino: ecco gli scatti dai campi delle regate invernali
Chiudi