Vacanza in barca: ecco le idee per crociere da sogno in estateTempo di lettura: 7'

0

Non solo i prezzi e le formule dei noleggi, ma anche mete imperdibili di tutto il mondo: ecco una guida alla crociera in estate. Per rendere unica la vostra vacanza in barca

Vacanza in barca: ecco le idee per crociere da sogno in estate

Mare, sempre mare, fortissimamente mare. Se è questo il vostro imperativo per l’estate, avete tra le mani la rivista che fa per voi. Vi forniamo tutte le indicazioni per capire quale è la vacanza in barca che vi si addice. Sia in termini di costo, sia in base alla zona di mondo che vorreste visitare. Il primo passo da compiere è certamente quello che riguarda la scelta del posto nel quale navigare. Partendo innanzitutto dal presupposto che non tutti i mari del mondo sono navigabili nello stesso modo durante ogni stagione. Così, nelle due grandi cartine che trovate qui, abbiamo selezionato per voi tante destinazioni che si prestano a diventare la scenografia più adatta alle vostre vacanze d’estate, per clima e rapporto qualità-prezzo.

Le nostre mete

Sia sul planisfero che sulla mappa del Mediterraneo abbiamo individuato macro aree (Caraibi, Atlantico, Pacifico e Indiano; Spagna e Francia, Italia, Croazia, Grecia e Turchia) per le quali abbiamo indicato i prezzi di noleggio a settimana. Le quotazioni sono una media tra i costi dei principali operatori del settore diportistico. Queste tariffe non comprendono i costi per la presenza di un eventuale skipper. Qui il costo varia, in media, tra 150 e 300 euro al giorno. Esclusi anche quelli per il consumo del carburante, per la cambusa e le bevande, per i costi portuali, per la lavanderia e per tutto l’equipaggiamento fornito dall’armatore su richiesta.

Vacanza in barca: ecco le idee per crociere da sogno in estate

IN GIRO PER IL MONDO…

Torniamo allora alla scelta della meta, elemento fondamentale per la riuscita di ogni vacanza, anche di quelle in barca. Partiamo dalle Americhe e in particolare da quella del nord: sia lungo la costa ovest (Vancouver, la sua costa e le sue isole, in Canada), sia lungo quella est (tra i porti del New England, come Cape Cod e Newport) ci sono luoghi unici da visitare via mare.

Sudamerica

Non mancano le scelte caraibiche naturalmente, come quelle che portano a Cuba o a Bermuda, ad Aruba come davanti alle coste del Belize. Qui anche in estate soffiano costanti i venti alisei che permettono di navigare senza fatica e allo stesso tempo mitigano la calura tropicale. Attorno al Sudamerica invece si può scegliere di andare in vacanza tra isole che sono anche paradisiache riserve naturali. Si tratta di Coiba (Panama) e Fernando de Noronha (Brasile).

Spostandosi nel nord Europa

Il clima mite dell’estate permette di divertirsi a navigare in luoghi mitici per la marineria, come le Isole della Manica (le più note sono quelle di Guernsey e di Jersey) e quelle svedesi che circondano Stoccolma. Nel Mediterraneo, l’estate è momento di crociere un po’ dappertutto. Non lasciatevi scappare, se non ci siete mai stati, una vacanza vista dal mare, in luoghi magici come Ustica e Ventotene nel Tirreno, Kornati e Mljet nell’Adriatico, Khios e Kastellorizo nell’Egeo.

A est

A completare questo piccolo giro del mondo delle vacanze ci sono le mete più lontane, quelle sparse tra l’Oceano Indiano e il Pacifico: gettare l’ancora davanti alle coste del Madagascar o della Malaysia, della Thailandia o dell’Australia, delle Isole Marshall o della Nuova Caledonia è un’emozione da vivere intensamente in estate.

PER UNA SCELTA PONDERATA

Ora sapete quali sono i luoghi di mare più interessanti nei quali programmare una vacanza per la prossima estate. Prendete in considerazione alcune importanti variabili, che dovrebbero consentirvi di studiare una crociera che sia perfetta per le vostre esigenze di turisti estivi.

La prima variabile è di sicuro la durata del viaggio sul mare

Per godersi infatti veramente la vita in barca, ma anche per potervisi adattare al meglio, la durata minima di una crociera dovrebbe essere di una settimana. Questa offerta di viaggio, nei mesi estivi, è comunque la taglia minima proposta delle agenzie di noleggio. Due settimane di crociera è poi la durata ideale per poter intraprendere un vero itinerario tra diverse destinazioni. Le tre settimane sono invece riservate a equipaggi collaudati, che hanno già effettuato lunghe crociere insieme.

La partenza coincide con l’arrivo

Vi ricordiamo che, di norma, la barca va restituita nel porto dove ci si è imbarcati, a meno di richiedere la formula “one way”. Questa formula, che prevede però un supplemento di prezzo variabile a seconda della distanza dal porto d’imbarco, fa lasciare la barca in un porto diverso, evitando di tornare a navigare in luoghi già visitati.

La seconda variabile sono naturalmente i costi legati a questo tipo di viaggio

La norma generale è quella secondo la quale, più le condizioni meteo sono favorevoli, più i costi salgono. Proprio per questo motivo, l’estate è il momento nel quale le tariffe tendono a crescere ai massimi livelli. Malgrado ciò, il noleggio di una barca senza skipper resta una delle vacanze più economiche. È molto competitiva rispetto persino a un soggiorno in hotel, si confronta ad armi pari con i costi di affitto di una casa vacanza. Per farvi associare immediatamente allora i costi di un noleggio alla zona di mare nella quale effettuarlo, nelle tabelle in queste pagine, abbiamo inserito le quotazioni minime e massime. Abbiamo considerato tipo e taglia della barca, integrata dalle differenze di prezzo derivanti dalle zone di navigazione, con le indicazioni dei periodi di stagionalità.

Last minute

Non dimenticate però che anche nel settore del noleggio si è fatta strada l’offerta dell’ultimo minuto, quella “last minute”. Capita oramai spesso che gli operatori offrano a un prezzo speciale le barche che sotto data di vacanza, anche in piena estate, non sono ancora state prenotate. Le riduzioni di prezzo rispetto al listino vanno dal 10 al 25%.

L’età della barca

Un’ultima considerazione importante: vi potrà capitare di trovare barche delle stesse dimensioni e addirittura gli stessi modelli che vengono offerti a prezzi diversi. È infatti l’età un’altra variabile che riduce il costo dell’imbarcazione. Ma non è detto, se la società di noleggio è seria, che questo voglia dire che l’imbarcazione è più scadente e rischia di avere più frequenti avarie. Basta che sia stata eseguita una costante manutenzione.

Vacanza in barca: ecco le idee per crociere da sogno in estate

QUATTRO FORMULE DIVERSE

Il noleggio di una barca senza skipper è la soluzione ideale per chi ha sufficiente esperienza di navigazione ed è in grado di formare, con il supporto di chi si trova a bordo, un proprio equipaggio. Si tratta di una scelta libera, che non deve andare a discapito della sicurezza però. È meglio perciò che si imbarchi in questa avventura solo chi si è già cimentato nel ruolo di skipper. Scegliete, almeno per le prime esperienze di crociera senza skipper, un itinerario non troppo impegnativo. Chi noleggia una “bareboat”, ovvero un’imbarcazione senza skipper, è a tutti gli effetti il responsabile dell’imbarcazione nei confronti della società armatrice e del charter.

Noleggio con skipper

Il noleggio di una barca con skipper o equipaggio è invece la formula ideale per chi ha poca o nessuna pratica nella conduzione di una barca a vela, ma anche a chi vuole godersi la crociera senza preoccuparsi delle manovre in porto o di stare per lunghe ore al timone in navigazione. In questi casi lo skipper è un professionista che si assume la responsabilità tecnica delle manovre e della navigazione, suggerendo la rotta migliore. Certo il suo lavoro ha un costo supplementare che varia da 150 a 300 euro al giorno.

Flottiglia

Terza soluzione disponibile è quella della cosiddetta crociera in flottiglia. È la formula che prevede il noleggio di singole imbarcazioni che navighino su un itinerario prestabilito, insieme ad altre barche. È la soluzione ideale per chi per la prima volta naviga nel ruolo di skipper, per le famiglie con bambini o per un gruppo di amici. Su una barca appoggio è presente un equipaggio professionista che potrà fornire tutte le indicazioni in caso di necessità.

Imbarco a cabina

Ultima possibilità per vacanza in mare è quella di trovare un imbarco singolo o a cabina. È la formula che consente di prenotare una singola cabina, da due o tre posti, a bordo di una barca condotta da uno skipper lungo un itinerario prestabilito. Ci si ritroverà a vivere a bordo e fare nuove amicizie. Tutte le mansioni a bordo sono assegnate a rotazione fra i partecipanti.

PER NOLEGGI DI LUSSO

In quasi tutte le destinazioni presentate in questo articolo, chi ha maggiori disponibilità economiche, può noleggiare imbarcazioni davvero di lusso, sia per quanto riguarda le dimensioni, sia per le dotazioni e i servizi di bordo. Ai Caraibi, come in Brasile e in Australia, si possono affittare vere navi da diporto, lunghe fino a 60 metri, sulle quali venire coccolati da servitù ed equipaggio.

Top Yacht Design

The ambition of the Top Yacht Design publishing system is to enter into dialogue with owners and potential owners, with the world of designers and architects, with the yards and also with the companies that operate in the furnishing business. The result is that it will not only be a thoroughly enjoyable read but also an essential tool for sector professionals when it comes to keeping abreast with developments.

Leave A Reply

Altro... Nautica
K40: caratteristiche del nuovo expedition yacht di Cerri Cantieri Navali
Stefano Boeri, l’artista del Bosco Verticale: “Sempre attento all’ambiente”
Varianta 44: la vela low cost con caratteristiche personalizzabili
Chiudi