Vela agonistica: ecco i circuiti riservati ai professionistiTempo di lettura: 4'

0

AC45 World Series, Tp52 Audi MedCup ed Extreme Sailing Series: sono i tre circuiti top di vela agonistica, riservati ai professionisti 

Vela agonistica: ecco i circuiti riservati ai professionisti
Vasco Vascotto, velista italiano professionista, pluridecorato e famoso in tutto il mondo, lo definisce diplomaticamente un “periodo di smarrimento”. Sicuramente sono anni di caos per la vela d’altura agonistica: ci sono troppe classi e ogni giorno continuano a esserne inventate di nuove. Ognuna ha il suo regolamento e crede di essere migliore dell’altra. Tuttavia, qualcosa di nuovo sta accadendo. Nel mondo della vela agonistica, i professionisti si separano nettamente dai dilettanti. Per chi va in barca a vela per mestiere, esistono solo tre circuiti esclusivi che garantiscono continuità lavorativa.

Vela agonistica: ecco la serie A

Parliamo di Audi MedCup, Extreme Sailing Series e AC World Series. Sono la serie A della vela, gli unici dove girano grandi sponsor e che sono frequentati dai campioni, seguiti dai mass media nei loro spostamenti da una località all’altra come accade per gli altri sport professionistici. Il modello a cui si ispirano è quello delle discipline motoristiche, come l’automobilismo e il motociclismo.

Vela agonistica: ecco i circuiti riservati ai professionisti
AUDI MEDCUP Classe: Tp52

AUDI MEDCUP

Quest’anno, al circuito della classe Tp52, giunto alla settima edizione, ci saranno ben sei barche nuove. È un dato pazzesco, se si pensa che nelle edizioni precedenti venivano varati al massimo due o tre esemplari per campionato (uno solo lo scorso anno). L’Audi MedCup sembrava destinato a chiudere, ma con la Coppa America dei multiscafi, troppo costosa e quindi riservata a pochissimi team, ha resistito. Anzi, riparte alla grande. Tra i nuovi del circuito ci saranno Ran dello svedese Niklas Zennstrom e Container del tedesco Udo Schuetz. Sono due armatori già noti nella grande vela d’altura. Per entrare nella classe Tp52 si sono messi d’accordo per far progettare una barca a Judel/ Vrolijk per poi costruire due esemplari uguali dallo stesso stampo da Green Marine.

I nuovi scafi

Sarà di J/V anche il nuovo scafo del team franco-tedesco Audi Sailing Team powered by All4One. Sarà guidato da Jochen Schuemann, che si è assicurato la sponsorizzazione addirittura fino al 2013. Gli statunitensi di Quantum Racing e i russi di Synergy hanno confermato la loro partecipazione con due nuovi esemplari disegnati da Botin- Carkeek (il primo sarà timonata da Ed Baird). Presso il cantiere King di Valencia è invece in costruzione un’altra barca di J/V che sarà affidata a Team Azzurra, armata dall’argentino Alberto Roemmers di Matador, con a bordo Vasco Vascotto, Francesco Bruni e Bruno Zirilli. L’Audi MedCup inizierà il 17 maggio e vedrà al via almeno 12 team.

EXTREME SAILING SERIES

Se i Tp52 hanno inventato sei anni fa i campionati con il formato del circuito, gli Extreme 40 quest’anno lo esaspereranno all’ennesima potenza. L’Extreme Sailing Series porterà i catamarani di 12 metri, capaci di andare oltre i 30 nodi di velocità, a regatare in tutto il mondo: Europa, America e Asia. Undici team daranno vita a prove spettacolari della durata massima di 15 minuti che si disputeranno all’interno dei porti, a pochissimi metri dal pubblico assiepato sulle banchine.

I team

Anche qua ci saranno top team come Emirates Team New Zealand, Artemis di Paul Cayard e Alinghi di Ernesto Bertarelli. Poi, gli italiani di Niceforyou dello skipper e timoniere Alberto Barovier (autentico outsider), con a bordo Alberto Sonino, Dede De Luca e Simone De Mari, e Luna Rossa di Patrizio Bertelli, che ha ingaggiato il timoniere campione uscente, l’inglese Paul Campbell-James; skipper della barca sarà Max Sirena e tra i componenti dell’equipaggio ci saranno anche Alister Richardson, Manuel Modena e Giulio Giovanella.

Vela agonistica: ecco i circuiti riservati ai professionisti
AC WORLD SERIES Classe: AC45

AC WORLD SERIES L’AC

World Series sarà l’anteprima della Coppa America. La classe AC45 è stata ideata per creare un circuito riservato ai team che nel 2013 parteciperanno alla 34esima America’s Cup a San Francisco. Con queste barche monotipo gli equipaggi potranno fare pratica con l’ala rigida. Purtroppo, le incertezze nell’organizzazione della prossima Coppa America influiscono anche sul calendario della prima stagione dell’AC World Series. Inizialmente si parlava di sette tappe per il circuito 2011, ma sarà tanto se ne verranno disputate quattro, dato che al momento il cantiere neozelandese ha costruito un solo esemplare. Anche il numero dei partecipanti è da definire, perché bisognerà aspettare il 31 marzo, data limite per presentare la sfida a Oracle Racing. Al momento, nonostante gli iscritti siano quattro, l’unico sfidante sul quale si può scommettere è Artemis.
(A.F.)

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Racconto di un naufragio: Miceli e Picciolini salvati mentre cercano il record
Ricetta per la crescita: puntare sul turismo a vela, e non sulle multe in mare
Alberto Rudi: la vita inizia a 70 anni con un giro del mondo in barca
Chiudi