Viaggio a Cuba: tra storia e letteratura nei vicoli di L'AvanaTempo di lettura: 2'

0

Da Las Tumbas a L’Avana, da Varadero al Malecon: chi ama la Cuba tropicale e marina non deve però dimenticare di riscoprire l’anima retrò dell’isola, tanto cara a Hemingway

viaggio a cuba L'avana
Un luogo dell’anima oltre che una splendida isola del Caribe. Questa è Cuba, per tantissimi viaggiatori e navigatori italiani che da sempre identificano la magica terra in un approdo allo stesso tempo fisico e metafisico. L’atmosfera de L’Avana, città speciale che sembra sempre ferma agli anni Cinquanta, racconta storie millenarie legate alla terra tropicale. La gente che qui da secoli forma un mix di culture e di colori globali, formatosi ben prima della globalizzazione, è una delle più importanti testimonianze della “vita alla cubana”.

IL FASCINO DI UN VIAGGIO A L’AVANA

Sarà il clima caldo e soffice, saranno i profumi di tabacco che si alzano dai tavoli dei caffé dove cubani vecchi e giovani fumano i loro sigari prelibati. Saranno i colori sfumati e un po’ sbiaditi delle case coloniali che si allungano sulle strade de La Habana Vieja. Un viaggio che porta a sbarcare anche nella capitale è una vera vacanza in un passato fatto di letteratura e rum, di salsa e rumba. Di Che Guevara e di Ernest Hemingway. Sentendo le note morbide della musica di Compay Segundo, ci si siede ai tavoli della Bodeguita del Medio. Qui si ripercorrono le tappe spirituali, oltre che alcoliche, della vita del grande scrittore americano. Fu lui che modellò la fama dell’isola a sua immagine e somiglianza. Inforcando gli occhiali da sole ci si incammina invece tra i luoghi della “rivoluzione” e del Che, come la fortezza del Morro.

NAVIGANDO LUNGO LA COSTA DI CUBA

E stando sospesi sul mare azzurro e maliardo del Caribe, un viaggio a Cuba diventa un percorso a ritroso verso i tempi in cui l’isola era ritrovo di bucanieri e fuorilegge. Secoli lontani, l’unica testimonianza dei quali sono i granelli di sabbia bianca delle spiagge sulle quali si sbarca con un sentimento strano che unisce deferenza e timore. Solcando le onde di Guanahacabibes o di Ancon si va ancora più indietro alla Cuba di Cristoforo Colombo e della mistica epoca delle scoperte. Info: www.cubatravel.cu

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Nautica
Luca Lalli, rivelazione del 2010. Subito tra i primi con Melges 32
Vismara V55: solo il meglio delle ultime tendenze. Ecco le sue caratteristiche
Vela agonistica: ecco i circuiti riservati ai professionisti
Chiudi