A Torino un sms per ricordare al paziente di assumere i farmaciTempo di lettura: 1'

0

A Torino arriva Seguilaterapia: un sms o una telefonata ricorderanno al paziente di assumere le medicine e il dosaggio

Arriva a Torino il nuovo servizio Seguilaterapia, dedicato a coloro che vogliono essere sostenuti nella corretta assunzione delle medicine prescritte dal medico. Funziona attraverso messaggi o telefonate che ricordano quando assumere le medicine  ed avvisano quando la confezione del medicinale sta per esaurirsi.

Errori di dosaggio, omissioni parziali o totali nell’assunzione per diversi periodi di tempo, interruzioni del trattamento, errori nella frequenza di assunzione sono tutti aspetti che possono compromettere l’efficacia della cura.

Si tratta di un fenomeno che, secondo i dati dell’AIFA – Agenzia Italiana del Farmaco – riguarda una larga parte della popolazione in cura con i farmaci.

Oggi c’è un aiuto per affrontare questo problema. Si tratta del servizio per il cittadino “Seguilaterapia”. Uno strumento che, grazie alla collaborazione del medico e del farmacista, permette di guidare il paziente, giorno per giorno, nella corretta assunzione dei farmaci, eliminando le dimenticanze o gli errori.

Come aderire al servizio

Aderire al servizio Seguilaterapia è molto semplice. Basta lasciare i propri dati nella farmacia di fiducia insieme al piano di cura del medico e un numero di telefono. Sarà il paziente a scegliere come essere avvisato: un semplice SMS, un messaggio vocale sul telefono oppure un messaggio tramite App dedicate.

Il paziente che aderisce a Seguilaterapia riceverà una segnalazione al momento dell’assunzione del medicinale secondo i tempi e i modi indicati dalla terapia prescritta dal proprio medico. L’elenco delle farmacie è disponibile sul sito www.seguilaterapia.it. Aderire al servizio è semplice, gratuito e importante per la salute.

Lo aspettiamo anche a Pinerolo.

Related Post

Vita Diocesana Pinerolese

Vita Diocesana Pinerolese è il primo free press cattolico del Piemonte e dal 2009 viene distribuito gratuitamente in 15.000 copie sull’intero territorio della Diocesi. Sul territorio pinerolese sono presenti più di quaranta volontari impegnati nella redazione dei testi e nella distribuzione del giornale.

Leave A Reply

Altro... Salute e benessere
L’olio palma fa male al nostro organismo? Il parere dell’esperta
Ecco lo storia dell’alfabeto Braille, per non vedenti
Legge 219/2017 sul fine vita (Dat): un’occasione mancata
Chiudi