Gli occhiali del vero marinaio consigliati da Sandro OnofaroTempo di lettura: 1'

0

Sandro Onofaro ci consiglia gli occhiali più adatti, realizzati completamente in Italia e pensati per affrontare le luci più fastidiose in mezzo al mare.

Sandro Onofaro, oltre che testimonial della Catch&Release ha personalmente provato e testato gli occhiali della linea nautica.
Sotto la luce del sole, per ore alla guida della propria barca o durante le emozionanti battute di pesca in mare aperto, non bisogna tralasciare un elemento fondamentale: l’occhiale. Il modello nella foto è della Catch&Release, e non è uno qualunque, è infatti stato testato e provato a lungo da Sandro Onofaro, uno dei più abili ed esperti pescatori italiani a livello internazionale.
Il risultato che ne è venuto fuori sembra ottimo. La montatura è particolarmente avvolgente e protegge l’occhio anche lateralmente. Gli inserti in gomma anallergica sul naso e sulle tempie garantiscono una protezione in caso di urto accidentale. Le aste sono amovibili e sostituibili con delle fascette in caso di utilizzo in movimento. Le lenti sono in vetro stratificato con un film plastico polarizzato. Il risultato è resistenza agli urti e ai graffi. Proteggono dai raggi UV fino a 400nm e data la realizzazione a sandwich della lente si sono potuti ottenere grandi prestazioni contro i riflessi e i riverberi della luce sul mare.
Link, Via Rocco Santoliquido 18 00123 Roma, tel 0630316346,
www.linkeyewear.net
 
 

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Vela
Crociera e relax fra le isole toscane
I dieci migliori mezzi con cui navigare oltre la tua barca
Andrea Mura: il primo italiano a vincere nella Route du Rhum
Chiudi