Lagoon 450: navigate… e divertitevi in catamarano!Tempo di lettura: 3'

0

Un doppio pozzetto e il flying bridge abitabile assicurano uno spazio invidiabile a bordo del Lagoon 450. In più, è anche divertente da portare, soprattutto quando issate il gennaker

di Maurizio Ferrato
lagoon 450 caratteristiche
Un 14 metri con un’abitabilità enorme, per vivere in barca e fare migliaia di miglia girando il mondo: questo il modo di utilizzo migliore per il Lagoon 450 di Van Peteghem & Lauriot Prevost. Le aspettative del cantiere per questo catamarano sono alte, superare il precedente modello 440, di cui sono stati venduti oltre 400 esemplari in cinque anni. Viste la qualità costruttiva e le performance a vela dell’esemplare numero 3 su cui ho navigato di fronte a La Rochelle, ci sono pochi dubbi al riguardo. Ecco tutte le caratteristiche.

UN LAYOUT INNOVATIVO IN COPERTA

La grande innovazione in coperta risiede nel pratico pozzetto a prua, collocato a ridosso della tuga. Devo ammettere di essere rimasto molto soddisfatto da questa scelta progettuale: il pozzetto, oltre a essere fruibile come spazio prendisole e zona relax all’ancora, risulta anche ottimo in navigazione, qualora si debba prestare un’attenzione particolare a eventuali ostacoli. Durante la crociera a vela, infatti, la visibilità dal fly bridge è limitata sottovento, mentre si estende oltre i 180° nel pozzetto di prua, grazie all’alto punto di scotta del genoa avvolgibile.
Accessorio indispensabile risulta essere il telecomando del pilota automatico, per prevenire tutte le manovre in piena sicurezza, spostarsi sul fly bridge o richiamare l’attenzione del resto dell’equipaggio. La zona a poppavia dell’albero è invece divisa in due zone distinte: quella dedicata alle manovre sul fly bridge, accessibile da entrambi i lati, e quella ospiti-relax nel pozzetto sottostante.

BUONA LA RISPOSTA AL TIMONE

Nonostante la sensibilità al timone sui catamarani non sia eccezionale e spesso il pilota automatico sia inserito, ho constatato una buona risposta del Lagoon ai comandi del timoniere. L’angolo di bolina non è paragonabile a quello di un monoscafo, soprattutto con vento leggero. Ma al confronto con la concorrenza diretta, ossia gli altri catamarani della stessa dimensione, il Lagoon 450 si colloca sicuramente tra gli scafi migliori. Le andature dal traverso verso poppa offrono le maggiori soddisfazioni a vela. Quando viene issato il gennaker, sul mare piatto intorno a Fort Boyard, ci spinge al lasco a 7 nodi di velocità con circa 10 nodi di vento.

Annullare le differenze tra esterno ed interno:
questa la sfida, vinta, di Lagoon e Nauta

lagoon 450 caratteristiche

QUANDO IL GUSTO È ITALIANO: CARATTERISTICHE INTERNE

Gli interni sono firmati Nauta Design: lo spazio e la luminosità del quadrato sono notevoli, grazie alla finestratura che permette una visione a 360° sull’orizzonte. A sinistra verso poppa si trova la cucina a U che può essere messa in comunicazione con il pozzetto esterno tramite una finestra scorrevole. Nella parte frontale, a dritta il divano a L, con tavolo alto intercambiabile con quello basso posto nel pozzetto esterno. A sinistra c’è il carteggio e il relativo quadro strumenti. Nella versione provata lo scafo di sinistra è dedicato agli ospiti, con 2 cabine alle estremità e 2 bagni con doccia separata, mentre quello di dritta alla cabina armatoriale. Una porta scorrevole introduce al salottino privato da cui si accede al letto a poppa ed al bagno di dimensioni ragguardevoli a prua.
Il prezzo? La versione Owner, quella con tre cabine e tre bagni, costa 355.000 € + Iva.
 

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply