I 10 migliori marina italiani: servizi e posti barcaTempo di lettura: 6'

0

Abbiamo selezionato per voi dieci marina italiani che si distinguono per la qualità offerta. Ecco dove ormeggiare e i servizi 
I 10 migliori marina italiani: servizi e posti barca

Ci sono piaciuti e ve le abbiamo segnalati. Ecco i dieci marina che meritano una menzione particolare per i loro servizi, per la posizione, o semplicemente per aver saputo offrire un progetto innovativo, ecologico e moderno.

1. MARINA DI LOANO (LIGURIA)

In provincia di Savona sorge uno dei più bei porti turistici della Liguria di Ponente: una struttura da oltre 1000 posti per imbarcazioni fino a 40 metri, con servizi all’avanguardia che consentono tutte le operazioni di manutenzione e riparazione direttamente in Marina. I clienti possono godere di un marina di livello: ristorante, yacht club, disco, il circolo nautico e numerosi negozi per lo shopping di qualità. www.marinadiloano.it

2. MARINA GENOVA AEROPORTO (LIGURIA)

Una struttura di recente costruzione, che si è già affermata come una tra le migliori del bacino Ligure: 500 posti barca dislocati in tre darsene, di cui una dedicata a ospitare 100 imbarcazioni oltre i 24 metri. Inoltre sono disponibili tre cantieri e diverse officine per tutti i tipi di riparazioni, senza dimenticare la zona residenziale Marinaplace e le aree commerciali. www.marinagenova.it

3. PORTO LOTTI (LIGURIA)

Elegante, esclusivo, sicuro. Questi gli aggettivi più adatti per descrivere Porto Lotti nel Golfo di La Spezia. Vicino alle Cinque Terre, il porto gode di una favorevole posizione per raggiungere le bellezze della Toscana e della Liguria, offrendo al contempo tutti i servizi di un marina di qualità: 560 posti barca, anche per megayacht, ristorante, bar e beaury farm, per coccolare i suoi clienti. www.portolotti.com

4. BOCCADARNO PORTO DI PISA (TOSCANA)

Dove l’Arno sfocia nel mare, a Marina di Pisa, sta sorgendo un porto turistico di nuova generazione: una modello da seguire per i servizi, la qualità e la tutela del verde. Un progetto che comprende la realizzazione di zone residenziali e commerciali, dove riscoprire il piacere della pace e della tranquillità, immersi nella bellezza della Parco Naturale di San Rossore . La struttura sarà operativa entro il 2012 e offrirà 344 posti per imbarcazioni fino a 50 metri. www.portodipisa.it

5. MARINA DI DIAMANTE (COSENZA)

Situato nella bellissima Riviera dei Cedri, nel Cosentino, questo porto turistico di prossima apertura si prepara a diventare il vero punto di riferimento del Tirreno meridionale. Un progetto che prevede 310 posti barca fino a 22 metri con servizi all’avanguardia: dalle colonnine di ultima generazione ai purificatori d’acqua, sempre con un occhio di riguardo all’ecosistema circostante.

Una struttura che si pone come espressione di qualità ed efficienza, costruita secondo le più avanzate tecnologie; un vero gioiello (nato dalla passione del Dott. Graziano Santoro) pronto a soddisfare tutte le richieste dei clienti più esigenti.

6. MARINA DI CALA DEL SOLE (SICILIA)

Il 2011 sarà la prima stagione del Marina di Cala del Sole, il nuovo porto di Licata in provincia di Agrigento, Sicilia. La struttura è già operativa con 250 posti barca su un totale di 1580 previsti dall’intero progetto, e ospiterà anche un villaggio con chalet e residence dall’architettura in stile Barocco Siciliano. Il marina potrà servire anche i super yacht, candidandosi così a diventare uno dei più grandi approdi sulle rotte del Mediterraneo meridionale. www.marinadicaladelsole.it

7. MARINAGRI (BASILICATA)

Un porto turistico che spicca tra le strutture nel cuore del Mar Ionio. a 58 km da Taranto, con i suoi 750 posti barca da 8 a 30 metri, distribuiti tra il Porto Turistico e la darsena privata del Marina Village. Una marina fornita dei servizi più esclusivi: dal cantiere nautico alle vie commerciali, passando per i centri sportivi, il campo da golf, i laghi di pesca sportiva e il centro Spa dell’Hotel cinque stelle. www.marinagri.it

8. MARINA FIORITA (VENETO)

Il porto turistico si trova nella Laguna Nord, di fronte alle isole di Burano e Torcello, a pochi minuti da Venezia, in una posizione ottimale. La darsena si propone come il nuovo polo turistico del Litorale, perché costruita secondo le più moderne tecnologie, su pontili galleggianti che rendono l’ormeggio più facile a tutti i tipi di imbarcazione. La struttura è in grado di ospitare 160 barche, tra i 6 e i 50 metri, e il punto di forza sta nei fondali di accesso che raggiungono solo in questa zona i 6,5 metri di profondità. www.marinafiorita.com

9. MARINA SANT’ANDREA (FRIULI)

Situato nella laguna di Marano, tra Grado e Lignano Sabbiadoro, il porto turistico si trova in una posizione privilegiata e riparata, facilmente raggiungibile dal mare tramite un canale profondo sette metri. Vicino all’aeroporto di Trieste, la struttura si estende su un’area di 200 mila mq. offrendo oltre 800 posti barca tra terra e mare per imbarcazioni fino a 30 metri.

Vero fiore all’occhiello della Shipyard & Marina Sant’Andrea è il cantiere, con oltre 130 mila mq adibiti a rimessaggio scoperto, 15 mila mq di capannoni con altezza di 11 metri per il rimessaggio coperto, 800 mq di falegnameria e 1.500 mq tra officine e laboratorio. www.marinasantandrea.it

10. CAMPIONE DEL GARDA (LOMBARDIA)

Sulla sponda bresciana del lago, è in arrivo il nuovo porto turistico Marina di Campione del Garda. La struttura aprirà ufficialmente entro la primavera 2012, ma è già possibile assicurasi uno dei 170 posti barca a disposizione e usufruire del complesso abitativo, delle nuove attività commerciali e del Vela Club Campione: tra i più attivi e attrezzati del lago. Questo porto si propone come un vero e proprio punto di riferimento sia per gli appassionati della vela, che per gli amanti del relax. www.campionedelgarda.it

LA SOLUZIONE DEI PONTILI GALLEGGIANTI MENO CEMENTO PIÙ EFFICIENZA

Un sistema, quello dei pontili galleggianti, sempre più diffuso, grazie anche ad una duttilità che permette loro di essere spostati o addirittura ritirati durante l’inverno. Questi ormeggi vengono utilizzati sia nei moderni marina che nei porticcioli tradizionali perché sono sicuri e meno “invasivi” di quelli fissi, garantendo al tempo stesso qualità ed efficienza.

Un buon esempio sono quelli della Ingemar che ha messo a punto un nuovo modello di pontile galleggiante: l’Heavy-Duty, primo di una nuova tipologia di pontili in alluminio.

L’esperienza acquisita e la qualità dei prodotti, hanno permesso alla Ingemar di poter attrezzare tra gli altri, il porto di Mirabello a La Spezia, il Club Nautico Marina di Carrara, il marina della Fiera di Genova e il cantiere Bellini sul lago d’Iseo; ma anche porti internazional come il marina di Rodi, Tivat in Montenegro, il marina Andalous di Tripoli e il porto Stora in Algeria.

Un esempio di pontili galleggianti della Ingemar, che offrono qualità e sicurezza al Porto di Genova all’interno della fiera.

CHI COSTA DI PIÙ? ORMEGGIARE NELLE LOCALITÀ PRESTIGIOSE A VOLTE COSTA MENO

Cosa pensereste se vi dicessi che mantenere una barca in Sardegna costasse meno che tenerla in Liguria o in Toscana? Mi prendereste per pazzo. E invece no, e vi spiego perché. L’affitto in Sardegna raggiunge delle cifre alte solo in alta stagione, ma durante il resto dell’anno i prezzi sono molto più bassi rispetto al mar Ligure o al Tirreno.

Ad esempio ormeggiare una barca di 12 metri d’estate a Carloforte costa tra i 53 e i 61 euro al giorno, contro i 32/52 di media di Sanremo in Liguria. Ma tenendo conto dell’intero anno, la Liguria mantiene affitti tendenzialmente più alti, tra 6.500 e 7.000 euro, contro i 3.600/4.200 della Sardegna. Nel nostro caso infatti il prezzo annuo a Carloforte è di 3.124 euro contro i 7.000 e passa della località ligure. Praticamente la metà! Con un risparmio netto che vi permetterebbe di prendere un low cost (in agosto un volo Genova – Cagliari costa circa 300 euro), usufruendo della vostra barca come fosse una seconda casa nella bellissima località sarda.

OCCHIO AL PORTAFOGLI Spesso, affittando il posto barca per un anno intero, sono più convenienti i marina lontani dalle grandi città.

Related Post

Giornale Della Vela

Il Giornale della Vela nasce dall’idea di creare il primo giornale per gli appassionati di barche a vela e nautica in Italia e, nel corso degli anni, si è imposto come il principale mensile del settore e ha ampliato i suoi orizzonti in eventi e servizi affini: prove di barche, andamento del mercato, accessoristica, vacanze e luoghi da visitare, saloni ed eventi del settore, regate ed eventi sportivi.

Leave A Reply

Altro... Vela
Incidente alla regata, la Capitaneria apre un'inchiesta per omesso soccorso
Vela, tutte le app che dovete avere "a bordo" del vostro iPhone!
Lagoon 450: navigate… e divertitevi in catamarano!
Chiudi